Come da tradizione, al Ninfeo di Villa Giulia a Roma, poco dopo la mezzanotte del 3 luglio, è stato proclamato il 62° Premio Strega.

 

Il Presidente di seggio Niccolò Ammaniti, vincitore del Premio Strega 2007, e Tullio De Mauro, direttore della Fondazione Bellonci, hanno proclamato vincitore Paolo Giordano con La solitudine dei numeri primi (Mondadori) Il libro di Giordano ha ottenuto 163 voti.

 

I risultati finali degli altri classificati presenti in cinquina sono: Napoli Ferrovia (Rizzoli) di Ermanno Rea 118 voti; L'illusione del bene (Feltrinelli) di Cristina Comencini 43 voti; Non avevo capito niente (Einaudi) di Diego De Silva 22 voti; Le seduzioni dell'inverno (nottetempo) di Lidia Ravera 20 voti. I votanti sono stati 367 su 394 schede (1 scheda bianca). Il Premio Strega è promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci in collaborazione con il Liquore Strega.