Il decimo dono

Il decimo dono
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 
La vita di Julia Lovat è zeppa di contraddizioni: ha sempre disprezzato profondamente il compagno fedifrago della sua amica Alison, ma alla prima occasione è diventata l'amante clandestina del marito della sua amica Anna; si è sempre sentita una donna attiva e intraprendente ma campa di rendita con l'eredità di una zia e della madre e gestisce una modesta botteguccia nella quale fa ricami su commissione; adora i libri romantici e di avventura e invece il suo amante Michael è uno spocchioso e ultracritico fautore della letteratura colta e postmoderna. Durante una cena all'Enoteca Turi, un esclusivo ristorante toscano di Londra, Michael la scarica senza tanti complimenti e come regalo d'addio le consegna un libro antico, un delizioso manuale di ricamo risalente al 1624. La notte stessa Julia, sfogliando il volumetto, scopre che i bordi delle pagine sono letteralmente ricoperti da fittissime annotazioni scritte in inchiostro tenue e quasi invisibile. Si tratta del diario di Catherine Anne Tregenna, una ricamatrice della Cornovaglia rapita nel 1625, a soli diciannove anni, da una nave di pirati berberi e condotta in Marocco per essere venduta come schiava. La vicenda umana di quella ragazza dai capelli rossi ha il potere di imprimere alla vita 'bloccata' di Julia una sferzata decisiva...
Nonostante i secoli, nonostante gli oceani e nonostante gli abissi culturali che le dividono, le donne hanno tutte tanto in comune: l'orgoglio, la capacità e la voglia di sognare sempre e comunque, la forza di aggrapparsi all'amore nonostante le difficoltà. Lo ribadisce il riuscito mix tra romance e avventura proposto da Jane Johnson, stimata editor del colosso britannico HarperCollins e autrice in passato sotto vari pseudonimi di apprezzati libri per l'infanzia. Palesi i riferimenti all'incredibile vicenda personale della Johnson (dopo un rocambolesco viaggio in Marocco ha sposato il fascinoso abitante di uno sperduto villaggio berbero e ora vive e lavora a cavallo tra Africa e Inghilterra) e le strizzate d'occhio a grandi saghe del passato (un riferimento su tutte: il ciclo di Angelica di Anne e Serge Golon). Cappa, spada e posta del cuore.

Leggi l'intervista a Jane Johnson

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER