Orrori tropicali

Orrori tropicali
Cuba. Dopo la morte del padre, due sorelle adolescenti si trasferiscono da L’Avana a Cabañas, una sonnacchiosa località di campagna dove l’unica distrazione per Jakelin e Maria è ascoltare le storie del nonno all’imbrunire. I suoi cavalli di battaglia sono i racconti della Rivoluzione, vissuta in prima persona sulla Sierra Maestra a tender agguati ai soldati del sanguinario dittatore Fulgenzio Batista, e una strana storia inquietante su una bellissima strega, Isabel, che viveva anni prima in una casetta isolata nel bosco di Encrucijada. La donna faceva girare la testa a tutti gli uomini della zona, ma chiunque osava frequentarla veniva prima o poi trovato morto, proprio come succedeva a chi per qualunque motivo si avvicinava troppo alla dimora della bruja. Dicerie ? Superstizione ? Quando la gente aveva trovato il coraggio di organizzare una spedizione punitiva, la misteriosa donna era scomparsa, e da molti anni nessuno l’aveva più vista. Maria e Jakelin, in compagnia del loro muscoloso amico Luis, decidono di recarsi a Encrucijada per trovare la casa della strega...
Sacrifici di bambine perpetrati da sette di preti cattolici convertiti agli antichi riti della santeria nera, vampiri no-global scatenati dalle popolazioni locali contro gli operai delle multinazionali, gatti neri che massacrano donne per gelosia, zombi risuscitati col vudù e sfruttati come operai, mogli che in segreto sono loup-garou predatori di bambini, serial killer posseduti da demoni maligni : il Sudamerica e i tropici non sono mai stati tanto sanguinari, oscuri, spaventosi. Merito di Gordiano Lupi, che qui presenta o ripresenta in versione riveduta e corretta i suoi racconti horror (uno a fumetti, con i disegni di Oscar Celestini, talento ben noto ai lettori della rivista di fumetti erotici/hard Blue). Un vero trionfo di letteratura di genere, un’operazione per certi versi esteticamente assimilabile ai film che Joe D’Amato o Lucio Fulci amavano ambientare in luoghi esotici, con in più il rigoroso background di Lupi, appassionato cultore di miti e leggende locali. Dopo l’ overture de Il mistero di Encrucijada, questo fascinoso Blair Witch Project in salsa cubana, si viene investiti da una raffica di storie che non stemperano l’energia della loro malvagità nella ricerca di artifizi letterari o nella voglia di strizzare l’occhio a certa narrativa postmoderna, ma vanno dritte al sodo, regalandoci piacevolissimi brividi. Hasta la paura. Siempre.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER