Albert il toubab

Albert il toubab
Albert, un burbero vecchietto portoghese emigrato in Francia tanti anni fa, vive solo da quando la moglie è morta. Trascorre la giornata guardando la televisione e lamentandosi,  con l'unica compagnia di un gatto che fa le puzze. Un  giorno però nella sua vita arriva, come un tornado, Memouna, una bimba senegalese di nove anni piena di treccine, che sconvolgerà l'esitenza dell'anziano signore facendo piano piano breccia nel suo cuore e   trascinandolo in un mondo rumoroso e caotico, popolato di bambole, monelli e mamme. Albert scoprirà di avere molte cose in comune con la bambina e di avere ancora tanto da insegnare e da imparare...
Sono ormai molti i libri per bambini che vogliono spingere i piccoli lettori a interrogarsi su tematiche quali l'immigrazione, l'integrazione e i pregiudizi, ma pochi hanno la delicatezza e insieme lo humour del romanzo di Yael Hassan. L'autrice di origini israeliane è nata in Francia ma ha vissuto a lungo in Belgio e in Israele e ha scoperto il suo talento per la scrittura durante una lunga convalescenza in seguito ad un grave incidente automobilistico. La Hassan riesce a creare una storia divertente e coinvolgente che gita tutta intorno all'incontro tra i due protagonisti, personaggi cocciuti ed esilaranti. Le dinamiche che si instaurano tra il nonnino e la bimba richiamano quelle tra l'anziano vedovo e il piccolo scout del celebre film di animazione “Up” e simile è il rapporto che si verrà a creare. È attraverso questa relazione che vengono sfatati e sconfitti i pregiudizi e l'autrice riesce molto abilmente a non esplicitare in maniera didascalica la morale della storia ma a farla interiorizzare piano piano, tra una risata e l'altra, mentre Albert e Memouna prendono posto nel cuore del lettore.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER