Amelia e zio gatto - Indagine alla PMI

Amelia e zio gatto - Indagine alla PMI
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Esistono tanti tipi di famiglia: c’è quella allargata in formato multi-papà e multi-mamme con zie e zii al seguito; c’è quella ridotta al minimo sindacale, composta dalla coppia uomo-donna; ci sono famiglie tradizionali, altre un po’ bizzarre… ma una famiglia come quella di Amelia scommetto che non l’avete mai incontrata. Amelia, infatti, ragazzina di dieci anni con tanto di lentiggini e zero voglia di andare a scuola, vive con uno zio e una zia nelle campagne di Abbatelesto e ha un amico del cuore di nome Ale. Fin qui tutto rientra nel dejà vu. Non fosse per il fatto che lo zio, - bambini e bambine, udite! - è un gatto. Sì, avete capito bene. E’ una storia vecchia, la sua: prima era un celebre direttore del tg, puntiglioso e insopportabile, umano in carne e ossa, ma un giorno la grande gattara, per salvarlo da una misteriosa morte certa, lo trasformò in un felino in carne, ossa e pelo lungo. Amelia gli vuole naturalmente bene e nonostante la sua pedanteria, se lo carica sempre in spalla infilandolo dentro uno zaino. Come quella volta in cui lo accompagna - aumma aumma - negli studi televisivi della testata di Telenotizia per assistere alle prove del nuovo reality “Cosa c’è nel tuo bagno?”, il logico seguito di “Cosa c’è nel tuo frigo?”. Caso vuole che zio gatto, quatto quatto ai piedi di Amelia, a un tratto dà fuori di matto. Perché? Semplice, ha visto un topo, un grosso topo. Con tanto di turbante da mahrajah. E zio gatto ha un’ossessione innata per i turbanti...
Inizia così una caccia al topo senza esclusione di colpi, che condurrà i due strampalati investigatori dell’ultima corsa a scoprire una serie di misfatti, in una sorta di atmosfera da eco-thriller divertente e mozzafiato. Indagine alla PMI è il primo, avvincente giallo a sfondo ecologista e simpaticamente illustrato dedicato ai bambini. Tra i suoi pregi, oltre la fantasia e l’originalità dei personaggi, l’aver aggiunto nella vivacità della trama elementi che fanno parte integrante della nostra realtà sociale, come il mondo del giornalismo televisivo, degli show ammorbanti e dei blogger dilaganti. Particolare nota di merito è da attribuire al fatto che il carattere del testo scritto è quello ideato per la collana “Leggimi” che Sinnos Editore rivolge ai bambini dislessici, per avvicinare alla lettura anche chi ha difficoltà. Per gli appassionati della storia, l’avventura non finisce qui: con Amelia e zio gatto è nato il blog di Amelia e Ale, nel quale potrete entrare cliccando su www.ilblogdiameliaeale.blogspot.com

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER