Anche tu, Duvolte!

Anche tu, Duvolte!
“C'era un sacco di volte, nei posti e sopratutto nei tempi più incredibili, il professor Duvolte”... Questa volta si trovava nel suo studio, quando venne raggiunto dall'acerrimo nemico, nonché suo ex-allievo, Giangiacomo Nostradamo. Il motivo della visita è la proposta di una sfida: provare e riuscire ad insegnare qualche rudimento di storia a Michelino, nipote di Nostradamo, videogiochi-dipendente e bambino pestifero. Dopo un primo tentativo definitivamente fallimentare da parte di Babbaleo - assistente fedele di Duvolte - e qualche finta adulazione da parte di Nostradamo, che vorrebbe solo schernirlo per un suo insuccesso, Ernesto Maria Duvolte ci proverà. Non senza difficoltà. Ad accoglierlo la collezione dei vestiti di tutte le bambinaie, tate, domestici e simili che la piccola peste Michelino ha demolito e cacciato dopo brevi permanenze nella casa. Poi la caduta... tra le pagine del libro di storia romana, più precisamente tra i fatti che riguardano l'ascesa di Caio Giulio Cesare, le sue campagne per la costruzione del grande impero Romano, fino alla congiura ad opera dei senatori che determinerà la sua morte. Per Michelino, non poco scocciato e arrabbiato, si tratterà di recuperare il suo videogioco dalle mani di Giulio Cesare, per Duvolte di ritrovare Michelino che sorprendentemente e suo malgrado alla fine di storia ne avrà imparata molta...
E per il nostro giovane lettore? Gli ingredienti affinché possa appassionarsi di Storia ci sono tutti: una sfida (con tanto di buono, Duvolte, e cattivo, Nostradamo), una peste Michelino (estremamente credibile e attuale), un'avventura (non l'unica, perché si tratta di una serie). Il tutto è raccontato con grande ironia, e l'autore Emiliano Di Marco riesce in un'operazione molto interessante: mettere la grande Storia (non sempre gradita ai piccoli allievi) al servizio dell'avventura e del divertimento. La serie proposta da La Nuova Frontiera Junior che vede come protagonista il professor Duvolte e la Storia sembra essere molto interessante;  questo racconto è alla portata del piccolo lettore perché insaporito con grande equilibrio e i giusti ingredienti. Il bianco e nero e il segno delle illustrazioni di Andrea Rivola sono perfetti per calarci soprattutto nell'atmosfera che circonda la piccola peste protagonista di questa storia: tuoni, fulmini e saette irrompono ogni volta che viene pronunciato il suo nome... BRRRRR!

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER