Ancora niente?

Di buon mattino e sotto un bel cielo azzurro, il Signor Louis scava un’enorme buca in terra e vi getta al suo interno un seme, piccolo ma pieno di speranze. Dopo averla ricoperta ci salta sopra con tutte le sue forze, per schiacciarla al meglio, poi afferra l’innaffiatoio e bagna con cura il terreno. Del resto, si sa, “i piccoli semi adorano lasciarsi cadere nella terra schiacciata e ben innaffiata”. Sorridente e soddisfatto del lavoro svolto sa bene che dovrà attendere affinché il seme germogli, “dal momento che i piccoli semi adorano sapere che qualcuno si interessa a loro e li aspetta”. Trascorsa la notte, torna speranzoso sul luogo dove ha piantato il seme, ma vede che dal terreno non è spuntato nulla. Dopo essersi rivolto ad un uccellino silenzioso, che da quel momento in poi sarà lì ogni volta, si convince che c’è bisogno di tempo per crescere e che dovrà aspettare. Per alcuni giorni torna a vedere se ci sia qualche piccola traccia, ma rimane deluso, ancora niente. Perde dunque la pazienza e, indispettito si rivolge ancora all’uccellino e gli dice che non ha più senso tornare l’indomani. Qualche tempo dopo il seme finalmente germoglia e nasce un fiore bellissimo, con grandi petali gialli. L’uccellino, che non aveva perso la speranza, riacquista la parola, lo coglie e vola via per donarlo alla fidanzata, di cui è molto innamorato. Quando il Sig. Louis torna di nuovo sul posto, con grande delusione esclama “ancora niente?”…

Christian Voltz, talentuoso illustratore, regala ai bambini, primi lettori, ma anche agli adulti, un piccolo albo d’autore figurato, in cui i personaggi, illustrati con fil di ferro, carta ed altri materiali riciclati, sono protagonisti di una storia sull’importanza dell’attesa, sulla pazienza, la fiducia, la speranza nei propri sogni. Bisogna saper aspettare, non si può volere tutto e subito. Altrimenti si rischia di non raccogliere i frutti sperati, con l’eventualità che qualcun altro possa farlo al posto nostro. Il rispetto del ciclo naturale equivale al rispetto del trascorrere del tempo e delle fasi della vita, necessario per qualunque situazione si debba affrontare. Bisogna essere fiduciosi ed aspettare il momento opportuno, quel momento in cui qualcosa potrebbe cambiare e ciò che desideriamo avverarsi. È questo il messaggio che Voltz vuole suggerire. Ma il libro è anche un piccolo inno all’amore. È proprio la forza dell’amore, infatti, che spinge l’uccellino ad attendere, a cogliere il fiore per la sua fidanzata e a ritrovare la parola. L’autore lavora molto sulle immagini e sui colori, le considera la vera concretizzazione dei personaggi, ne è fermamente convinto. Ciò che si può esprimere con esse non ha bisogno di parole. Le illustrazioni peraltro consentono al bambino di vedere cosa accade sopra e sotto terra. Ancora niente? è insieme un piccolo libro per sognare, una dolce coccola e un grande insegnamento, da custodire con cura e trasmettere ai piccoli, che diverranno grandi. Dal sito web della casa editrice si apprende che il libro è disponibile, oltre che in italiano, anche in portoghese, galiziano, spagnolo, catalano e basco. Grandi e piccini, bisogna ricordarlo, chi aspetta raccoglie.

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER