Bestiario fantastico

Bestiario fantastico
Della Fenice che dire? Beh, sicuramente che è un uccello dalle penne rosse e screziate d'oro, che vive in Arabia ed in Egitto, ed è immortale: non muore mai perché si rigenera e risorge ogni volta dalle sue ceneri. Intorno alla sua figura aleggiano profumi esotici di spezie e piante di ogni tipo: incenso, cardamomo, cedro, sandalo, cannella... sono gli odori che circondano la storia di questo strano animale. E della Chimera? Che è una bestia pericolosa e assetata di sangue che nasce da una curiosa mescolanza di animali: il leone, a cui deve una testa (che decide dove andare e cosa fare) e le zampe anteriori; il drago, a cui deve le ali e la seconda testa che pianifica l'attacco e le aggressioni, decidendo le vittime; infine, la capra, a cui deve il nome, una delle tre teste (quella che esercita il giudizio approvando o meno le azioni delle altre) e la parte posteriore del corpo. A volte questa terza testa di capra può venire a mancare, perché le altre due alleandosi hanno concordato di staccarla a morsi... Poi, ancora, a proposito di Draghi, c'è l'Idra, appartenente alla famiglia dei draghi neri, una sorta serpente dalle molte teste che divora chiunque capiti a tiro. O la Viverna, drago dalla pelle verde e due ali da pipistrello sulla schiena. O il Leviatano, drago marino... Poi l'Unicorno, le Arpie, il Centauro, l'Ippogrifo, l'Ippocampo...
Ve li ricordavate? Tutti? Sono solo alcuni esempi delle creature che popolano questo Bestiario in cui, nel pieno rispetto della tradizione di questo genere, scienza e racconto leggendario risultano mescolati, creando una riuscita alchimia. Bestiario fantastico è un’antologia illustrata di racconti, o meglio di descrizioni brevi, dal profumo ancestrale: ci parlano di creature e mostri di epoche lontane, che da sempre hanno popolato l'immaginario dei grandi, ma, soprattutto, dei bambini, spaventando e, forse meglio, incuriosendo. Parole e immagini di altri tempi sì, ma anche di disarmante attualità, almeno vista la passione e la curiosità con cui la lettura è stata accolta da mio figlio Sante, un tester d asempre molto affidabile. Gli autori del testo, Francesca Gambino e Enrico Cerni, sono una garanzia, oltre ad essere marito e moglie; a loro, infatti, si deve anche la riuscita impresa de La Divina Avventura. Il fantastico viaggio di Dante (l'editore, Coccole e Caccole, è lo stesso) che ha il grande pregio di aver reso accessibile e familiare ai più piccoli la Divina Commedia. Francesca Gambino aveva già "frequentato" professionalmente le bestiole mitologiche presentate in questo Bestiario: è una filologa romanza e ricercatrice universitaria a Padova, ed è autrice di saggi sulla letteratura medievale. Enrico Cerni lavora invece nella Corporate University di una società multinazionale italiana, come manager e formatore. Davide Bertelli, autore dei disegni, è giovane (classe 1982), toscano e promette bene: disegno, pittura e fumetto sono la sua passione ed i mostri di questo bestiario sono la sua prima (e riuscita) esperienza nell'editoria per bambini. Tavole interessanti  per la ricerca di forme e tratti dal sapore antico, in linea con il tema del libro. Eccellenti le soluzioni tipografiche adottate per la copertina e perfetta, per calarci negli umori delle storia, l'inquietante immagine della chimera.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER