Bottoni d'argento

Bottoni d'argento
Mancano pochi secondi alle dieci e Giulia è nella sua stanza, intenta a finire un disegno. A  pochi passi da lei staziona il fratellino che la osserva con curiosità; poi, lentamente, si alza in piedi e fa il suo primo passo. In quello stesso istante, in cucina, la mamma si esercita col flauto, una piuma fluttua proprio di fronte alla finestra, un'ambulanza passa con la sirena accesa sotto casa, un signore compra pane fresco dal panettiere, all'ospedale nasce un bambino, nella baia, al largo, una petroliera si allontana in direzione della Cina... Dopo qualche passo Leo, cadendo a terra, richiama l'attenzione di Giulia che avverte la mamma, mentre appunta l'ultimo bottone d'argento sugli stivali della bella anatra che sta disegnando. L'orologio della cucina segna le dieci in punto...
Con una bella costruzione narrativa dal sapore cinematografico e una serie di illustrazioni dal tratto elementare ma ricche di dettagli quotidiani e di originali “inquadrature”, Bob Graham - uno dei più noti illustratori australiani per l'infanzia - racconta la storia minima dei primi passi del piccolo Leo cogliendo l'evento nell'istante di vita di un'intera città. Come una macchina da presa che si allontana velocemente verso l'alto allargando progressivamente la scena, l'albo guida il lettore fuori dalla stanza in cui il bambino passa una volta per tutte alla stazione eretta fino a includere ciò che avviene nell'solato, nel quartiere, nella città. Fattarelli apparentemente insignificanti (il merlo che trova un verme nel parco, due bambine che passano il tempo schiacciando le alghe, ...) accanto al moto del sole che sale più in alto nel cielo e al suono di migliaia di telefoni che squillano insieme in migliaia di uffici e di tasche. I suoni, le luci, i rumori, le storie delle persone che popolano la città si fondono in un affresco sinestesico che congela magicamente un istante nel mondo, anzi nei mondi... C'è n'è abbastanza per far riflettere i più piccoli sul senso del tempo, sulla relatività delle esperienze, sul rapporto tra universale e particolare. E il risultato non è scontato.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER