Cecino

Cecino
Cecino è un bambino piccolo come un cece, da qui il nome scelto per lui dai suoi genitori. È talmente piccolo che la madre non lo lascia mai uscire di casa da solo, tanta è la paura che la gente non riesca a vederlo e possa dunque calpestarlo. Ma un giorno il piccolo - che è sì piccolo, ma è anche coraggioso ed intraprendente - riesce a convincere la madre a farlo uscire per andare a portare il pranzo al padre che sta lavorando nel bosco. La passeggiata sembra facile, ma non per Cecino, che si imbatte prima in uno scroscio di pioggia e poi in un bue affamato, che se lo mangia insieme al cavolo sotto cui si era rifugiato dalla pioggia. Il finale della storia è alquanto sorprendente e, di certo, liberatorio...

Un albo illustrato che si richiama al racconto della tradizione orale; di esso ne mantiene infatti il ritmo, le cantilene che si ripetono, la struttura. Crescere significa superare delle prove e degli ostacoli, ed è di fondamentale importanza la presenza di genitori e adulti che ci amano ma che nello stesso tempo sono capaci di lasciarci andare per il mondo, anche se ai loro occhi sembriamo sempre come dei piccoli “cecini”. L’autrice Olalla Gonzàlez si occupa di promozione della lettura e lavora nella redazione della casa editrice Kalandraka che ha pubblicato il libro. Suo anche il sempreverde Capretti Caproni. L’illustratore Marc Taeger utilizza collage e matite colorate dai colori vivaci che riprendono nello stile i disegni dei bambini con scarabocchi, immagini piatte e senza prospettiva. Il risultato rende più contemporanea e fresca una storia antica che riesce a far sorridere sia i piccoli lettori sia l’adulto che legge per loro.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER