Che fine ha fatto la signora aria?

Che fine ha fatto la signora aria?
“Ago e Pino sono amici. Pino ha il becco giallo, Ago i capelli rossi. Ago e Pino sono saliti in cima ad una montagna. Ago dice a Pino: - Che bello quassù, guarda non c’è più niente intorno a noi! -  Ma una voce un po’ risentita dice: - Come sarebbe a dire “niente”? Ci sono io! L’aria!”. La signora aria accompagna Ago e il suo amico pennuto Pino in un viaggio emozionante a bordo di due morbide nuvolette. I due scoprono che l’aria è molto più di una sostanza invisibile e silenziosa, anzi è addirittura l’insieme di più elementi, e che combinata con il calore può far volare una mongolfiera. Quando l’aria si mette a correre forte diventa vento e, in base alla direzione da cui proviene, prende e cambia il suo nome; se viene da nord si chiama Tramontana, se viene da sud Ostro, da ovest Ponente e da Est si chiama Levante. Il vento si diverte a fare arrabbiare il signor acqua, increspando e ingrossando le sue calme onde, fa asciugare i panni e distribuisce in giro per il prato il polline dei fiori. Ago e Pino scoprono che l’aria è molto preziosa per gli esseri viventi perché è anche una valida risorsa per produrre energia alternativa. Ma non sempre la trattiamo bene; quando deve passare in mezzo alle ciminiere e si sporca tutta, l’aria non è più felice.
Agostino Traini (quello della Mucca Moka e tanti altri personaggi), con un linguaggio semplice e immediato, e personificando un elemento astratto come l’aria, si cimenta nel tentativo di far capire a bambini, anche piccoli, argomenti che risulterebbero altrimenti di difficile comprensione. Grazie a illustrazioni coloratissime e attraenti, ricche di buffi personaggi, catapulta i bambini in un mondo fantastico eppure reale, un mondo in cui la chimica e la fisica si possono capire anche a 5 anni. Il libro è arricchito da due esperimenti  con cui  l’autore invita i bambini a giocare e a sperimentare con le loro mani ciò che hanno letto nel libro: giochi che possono essere fatti in classe insieme alla maestra e ai compagni, o a casa con la mamma e il papà, perché non sono necessari oggetti o strumenti particolari, e i materiali sono di facile reperibilità. Che fine ha fatto la signora aria? è un libro divertente e stimolante che può essere usato anche come testo scolastico già a partire dal primo biennio della scuola primaria di primo grado.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER