Consigli ai giovani musicisti

Consigli ai giovani musicisti
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

“Senza entusiasmo non si raggiungono grandi risultati nell’arte”. La passione è sempre stata e continua a essere la spinta necessaria per amare e portare avanti un sogno. Che si traduca in una professione oppure no. “Se fossero tutti primo violino, non potremmo avere un’orchestra. Perciò rispettiamo ogni musicista, qualsiasi sia il suo ruolo”. Rispetto, per tutti quindi e non solo per i più grandi e famosi. Questo nella vita e in ogni ambito è un valore imprescindibile e senza tempo. “Quando suoni non preoccuparti di chi potrebbe sentirti”. Il rapporto con la musica, ricorda Schumann, dovrebbe essere infatti più forte di quello con il pubblico. Bisogna andare più in profondità e non cercare esclusivamente il successo. “Dovremmo disporre di cento vite solo per imparare a conoscere tutto ciò che di buono c’è già”. Ebbene sì, studiare studiare studiare… Guardare ai grandi del passato, ai capolavori che hanno segnato la storia della musica (della letteratura, del teatro, della fotografia…) e respirare e fare propri i segreti che hanno fatto cambiare rotta a un genere. “Sforzati di suonare bene e con espressività i pezzi facili; è molto meglio che suonare male i pezzi difficili”. Non correre, andare passo dopo passo senza bruciare le tappe è fondamentale per una crescita e un miglioramento in ogni campo, non solo quello musicale…

Nel 1848 Robert Schumann, già affermatissimo pianista e compositore tedesco, per accompagnare la celebre raccolta di brani musicali Album per la gioventù scrisse un manuale di consigli rivolto ai giovani musicisti all’inizio del loro cammino nel mondo della musica. Più di sessanta anni dopo, nel 2016 il violoncellista e noto divulgatore inglese Stephen Isserlis riprende questo scritto ancora ricco di spunti universali, che però forse risente un po’ troppo di un linguaggio di tempi passati, e lo declina in una veste e in una versione più aggiornata, così da avere una presa decisamente più attuale sui giovani lettori di oggi. Riorganizzando, selezionando e semplificando con le proprie osservazioni e qualche cenno talvolta ironico i molti aforismi contenuti nell’originale, Isserlis compie una scommessa forse audace e vincente, e porta la poetica di un sommo autore del secolo scorso a un largo pubblico, rivolgendosi a semplici appassionati così come a musicisti veri e propri. “Una serie di riflessioni poetiche di un immortale (Schumann)riportate a terra dalle glosse di un comune mortale…”.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER