Cosa fanno i dinosauri quando hanno il raffreddore?

Cosa fanno i dinosauri quando hanno il raffreddore?

Dieci dinosauri con il raffreddore come credete che si comportino? Lo Stiracosauro, quel bestione a quattro zampe con lunghe corna che spuntano come una corona intorno alla testa, quando va dal dottore, che fa? Si lagna? Oppure la mamma deve trascinarlo a forza perché lui non vuole varcare la soglia del dottor Blaschi? E il Gallimimo, quella specie di struzzo con la coda lunga e le mani prensili, piange disperato, se non viene consolato da nessuno? Il Parasaurolofo, con la sua ridicola cresta appuntita che sporge dietro la calotta cranica, che fa quando deve prendere le medicine che la mamma gli porta in camera? Le tira con stizza fuori dalla porta, forse? E c’è anche l’Euoplocefalo, quello con la corazza, che, con aria incurante e fare annoiato, scansa le coperte e le butta ai piedi del letto, mentre il papà lo guarda con le mani sui fianchi. Il Brachiosauro, il più grande dinosauro di tutti i tempi, allunga il suo collo sproporzionato e ficca la sua testolina nel secchio, per vomitare? La mamma gli stava portando la spremuta, che gli fa tanto bene, ma lui le rovescia il vassoio con una zampata! Il Dilofosauro, con quelle due buffe creste arrotondate in testa, urla e si dimena come un forsennato davanti agli occhi della madre, impaurendo anche il cane, che mestamente abbassa la testa? E il Carnotauro, con quel suo collo... taurino, appunto, che fa, quando la dottoressa gli chiede di aprire la bocca per visitargli la gola? Si rifiuta, girando la sua enorme testa dall’altra parte? Oppure il Tuojiangosauro, con tutte quelle punte sul dorso e sulla coda, che fa, quando è il suo turno di entrare dal medico? Si nasconde dietro le pagine di una rivista e finge di non aver sentito che lo stanno chiamando? Il Tropeognato, quel grosso pterosauro con le ali di 6 metri, sputa nel lavandino del bagno le pillole da quella sua mascella carenata, approfittando di un attimo di distrazione del padre? Nooo, assolutamente niente di tutto questo. I dinosauri non si comportano in questo modo! Tutto il contrario...

In questo quinto albo illustrato della serie pubblicata da Il Castoro, i dinosauri insegnano ai bambini come bisogna comportarsi quando si è ammalati. I quattro precedenti albi della serie, usciti nel 2014 e nel 2015, hanno spiegato loro le buone maniere per l’ora di dormire e di mangiare, dei capricci e di scuola. Lo fanno attraverso le rime di Jane Yolen e le grottesche immagini di Mark Teague, che rappresentano enormi dinosauri sdraiati su lettini di bambini che piangono e sbraitano contro genitori disarmati o accomodati sulle seggioline delle sale d’aspetto di pediatri pazienti. I bambini di 3-4 anni vengono catturati dall’ironia e dal ritmo incalzante delle domande retoriche che si susseguono fino al punto in cui cambia il registro e si svela il vero comportamento, quello esemplare, di questi buffi bestioni in cui i piccoli lettori si immedesimano: più della metà del libro rappresenta dinosauri che mettono a soqquadro le loro case, impegnando i genitori in una difficile gestione della ridicola situazione; le ultime pagine, invece, elencano come si comportano davvero i dinosauri, in una sorta di prontuario delle buone maniere che soddisfa l’intento educativo del libro. Quello didascalico relativo alla paleontologia, che tanto appassiona i bambini, è appagato dalla raffigurazione delle 10 specie di dinosauri, riportate anche in prima e quarta di copertina.



0
 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER