Disegnare nello spazio

Disegnare nello spazio

Al di là dei confini del nostro mondo si giunge nello spazio. Il nostro universo contiene molti elementi, come i pianeti e i satelliti, il Sole e le stelle, la Via Lattea e le altre galassie. Ma cosa sono i satelliti? E che differenza c’è tra un pianeta e un pianeta nano? Ma soprattutto, in che modo si può raccontare e spiegare come funziona lassù oltre le nuvole? Giocando! E riducendo l’immensità dello spazio infinito in una realtà a portata di mano. Così, per spiegare ad un bambino come ha avuto origine lo spazio si prende un palloncino, lo si gonfia finché si può e poi con uno spillo lo si fa scoppiare. Ecco come è avvenuto il big bang! E come mai Plutone è stato declassato a pianeta nano? Ce lo spiega direttamente lui, con una vena di malinconia, che si dissolve non appena conosce altri (importanti) pianeti nani. E Venere? Che è considerata la gemella della Terra ma che di bello ha solo il nome, visto che è la sorella brutta del nostro pianeta? Perché, è vero che è simile, ma solo per alcune caratteristiche perché lassù ci sono gas tossici, un cielo arancione e fa molto, molto caldo. Quanto è grande la macchia rossa che si vede nelle immagini di Marte? In proporzione come un disgustoso brufolo sul viso di un adolescente!

Russell è una grafica e un’illustratrice inglese. Le sue pubblicazioni hanno la capacità di coinvolgere il lettore in modo totale e interattivo. Con intelligenza e ironia riesce a spiegare concetti complicati, rendendoli semplici e intuibili. Disegnare nello spazio è un libro gioco divulgativo in cui la curiosità del bambino viene soddisfatta mediante la logica, il disegno e la sperimentazione. Le informazioni vengono trasmesse attraverso le associazioni di immagini: ad esempio, per ricordare che Urano è un pianeta estremamente freddo il modo migliore è quello di disegnare sulla sua superficie dei bambini molto coperti che pattinano. E di informazioni su vari argomenti il libro ne offre molte (dai buchi neri alle diverse caratteristiche dei pianeti, dalla conquista dello spazio a tutto, o quasi, ciò che vi è presente). Il tutto si sviluppa su due facciate con piccole didascalie tecniche, giochi e illustrazioni da completare. Lo stile di Harriet Russell è pulito, mai banale, molto curato e sintetico. Un manuale adatto già a partire dai 6 anni, proprio per la semplicità con cui è scritto e illustrato. Non rimane che tuffarsi verso l’infinito… e oltre!

 

 


 

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER