Enrichetto Cosimo alla ricerca del manga mangante

Frangipane, un bullo tutto muscoli più simile a un bulldog che a un ragazzo, minaccia Enrichetto Cosimo, piccolo poeta incompreso: preso dall'ansia della sua presenza, Enrichetto dice di  conoscere benissimo Shiumitsu Furukawa, l'autore di fumetti preferito di Frangipane, e di avere tutti i suoi 32 albi autografati. Un bel guaio, perché Frangipane pretende di vederli lunedì a scuola. Enrichetto non ha altra scelta: deve partire per il Giappone, cercare Furukawa, comprare tutti gli albi e tornare in tempo per mostrare al bullo che la sua bugia non era una bugia. Tutto questo in compagnia di Beatrice e Polletti, i suoi due fidati compagni di avventure.
Luca Raffaelli, esperto di fumetti e cinema d'animazione, ci regala una storia demenziale... in senso buono, s'intende! Le vicende mirabolanti sono raccontate attraverso le pagine di diario di Enrichetto, divise in capitoli sempre introdotti e conclusi dai saluti del protagonista, all'insegna del gioco di parole e del non-sense. I personaggi sono tutti connotati in maniera molto forte, senza per questo perdere di assurdità e simpatia: Beatrice è precisa e quasi robotica, Polletti è quell'amico un po' svanito che ogni tanto tira fuori perle di saggezza inaspettate, Frangipane è lo stereotipo del bullo non troppo intelligente. Ognuna delle voci all'interno di questo strampalato coro è caratterizzata da un font personale, che sottolinea la personalità di ciascuno; la parte grafica, curata da Andrea Cavallini, collabora nel creare il ritmo frenetico e (a volte) delirante della storia, sottolineando lo stretto legame tra racconto, autori, personaggi e fumetti. Questa stravaganza è il punto forte del libro: qui niente è convenzionale, e il diverimentoè garantito ma sempre stimolando la creatività legata alla parola, rendendo i ragazzi capaci di diventare padroni del linguaggio e di usarlo per fare di tutto, anche scherzarci su! Unico appunto: la copertina, nel tentativo di riprendere lo stile dei manga, non rispecchia per niente il libro... Superato questo piccolo scoglio, le risatine a denti stretti sono assicurate!

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER