Giallo Max

Giallo Max

Sul tappeto del salone gioca Felix, il cane di Max, mentre il bambino legge un giornale a fumetti, seduto comodamente in poltrona. Il cane Felix si gratta, perché ha una pulce, Alix, che saltella sul suo pelo all’altezza del collare giallo. Il domatore della pulce Alix è il signor Sprix, che lavora al circo Minimaxi, montato nella piazza della città chiamata Brix. Ma è un vero e proprio circo, con tanto di pagliacci e giocolieri? Nella stessa città di Brix c’è l’aeroporto Airix, con la sua torre di controllo, le piste di atterraggio e, intorno, il parcheggio per le automobili. Sulla pista numero 3 di Airix, proietta la sua ombra un aeroplano (o un forse aeroplanino?). Si avvicinano, come da routine, i camion per il trasporto dei bagagli e l’automobile con la scala di imbarco da cui scende Diego, il pilota dell’aereo appena atterrato. Diego ha appena finito di lavorare e finalmente può andare a riprendere la sua automobile per tornare a casa...

Giallo come il colore predominante nelle illustrazioni o come il genere letterario italiano? Qui l’oggetto principale non è il crimine, come in un classico giallo, ma il mistero aleggia ugualmente dalla prima all’ultima pagina, o meglio dalla prima all’ultima illustrazione. Nei sui disegni infatti, Lucia Mattioli, affermata illustratrice che collabora con “Ink Link”, “la Repubblica”, “Lo Straniero” e “Rolling Stone”, fornisce qua e là degli indizi che contribuiscono a svelare il senso narrativo della storia che sarà perfettamente chiaro solo alla fine. Il suo muoversi continuamente dal generale al particolare, come se utilizzasse lo zoom di una macchina da presa, incuriosisce il piccolo lettore, che ascolta o legge questo racconto pieno di nomi con la “x”: Felix, Max, Alix, Sprix, Minimaxi, Brix, Airix. La scrittrice, Teresa Porcella, è una vera promotrice della lettura: autrice e traduttrice di diversi libri per bambini e ragazzi, ha insegnato letteratura per l’infanzia all’università; a Firenze ha aperto la libreria per ragazzi, Cuccumeo, vincitrice del Premio Roberto Denti; nel 2005 ha fondato Scioglilibro, associazione di promozione della lettura e da sette anni è responsabile della sezione ragazzi del Festival internazionale di letteratura Isola delle storie di Gavoi, in provincia di Nuoro. Giallo Max, uscito per Giralangolo, era naturalmente presente alla Fiera del libro di Bologna 2018.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER