Girotondo del terrore

Girotondo del terrore
Quando Susie e Peter vanno ad abitare nella nuova casa devono (controvoglia) ammettere che si tratta di una villa splendida, e poco importa se sono isolati dal mondo, i loro amici lontani e la scuola tutta da ricominciare; in quella casa ci sarà da divertirsi, con quel giardino enorme e tutte quelle stanze da scoprire. Anche se l'accoglienza di una strana vecchietta non è stata delle migliori, fratello e sorella sono euforici. A rovinare il loro entusiasmo però ci pensano degli strani rumori che provengono dalla soffitta e una sagoma misteriosa che vedono dalla finestra. Il diviedo assoluto da parte dei genitori di salire fin lassù diventa invece un richiamo irresistibile e, complice una botola che misteriosamente compare sul soffitto della camera, Susie e Peter decidono di far luce su questo mistero. Ciò che trovano in soffitta non sono altro che uno splendido teatrino e delle raffinate marionette che sembrano vere. Sono i bambini magici del signor Hovrus, il primo proprietario della casa che ha fatto la sua fortuna proprio girando per il mondo col suo spettacolo. Vecchi ritagli di giornale però mettono in allarme i due ragazzini che rischiano di finire in guai seri...
Girotondo del terrore è il terzo episodio di una riuscita collana del Battello a Vapore che mischia sapientemente horror, avventura e giallo. A introdurre i vari episodi c'è Alfred, un tetro maggiordomo che, con il suo corvo Percy, invita i lettori ad avventurarsi alla ricerca del Castello del Terrore, inerpicato al Passo del Suicidio. Un'introduzione che solo i più coraggiosi potranno finire, iniziando così il libro vero e proprio. Quasi cento pagine ricche di adrenalina, che terranno di sicuro il lettore incollato alle pagine. Nota positiva: la collana non prevede un unico scrittore, gli episodi sono scritti da autori diversi, tutti premiati e noti tra i ragazzi, come Alessandro Gatti, Guido Sgardoli, Anna Vivarelli e Fabrizio Silei. Ai più grandicelli verrà di sicuro in mente la collana I piccoli brividi edita da Mondadori negli anni '90, che ha appassionato tanti ragazzini. Il libro va bene a partire dai 10 anni, ma se il lettore non ha paura di niente si può iniziare anche prima!

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER