In gita di distruzione

In gita di distruzione
Aprile, primavera: tempo di gite scolastiche che mettono a dura prova pazienza e capacità dei professori nonchè resistenza di pullman e autisti che ogni volta giurano a loro stessi “E' l'ultima!”. Pronti a partire ci sono trenta ragazzi di prima liceo, accompagnati da ben cinque professori: Lettere, Religione, Filosofia e Storia dell'arte. Destinazione Barcellona e Lourdes via Cannes, il tutto in cinque giorni. Tra colazioni all'autogrill non pagate, cene francesi altamente nocive e amori sbocciati per strada, la scolaresca giunge nella splendida città spagnola. Trovano ad aspettarli trenta studenti inglesi che in attesa della finale di Champions League Liverpool – Barcellona hanno avviato la demolizione dell'albergo con somma gioia e strisciante complicità del proprietario, desideroso di vendere il terreno sottostante. Presto la gita si trasforma in un incubo...
Francesca Longo, giornalista (tra gli altri del settimanale satirico Cuore e de il Manifesto) e scrittrice di libri sempre riguardanti temi dell'infanzia e dell'adolescenza, mette insieme gli ingredienti di una gita scolastica contemporanea, calcando forse un po' la mano. Probabilmente con intenzione sono presenti nel libro tutti gli stereotipi che riguardano i ragazzi d'oggi: dai graffiti ai tatuaggi, dalla voglia di ribellione alla superficialità, fino ai soprannomi quasi insopportabili: Bongo, Filo, Emy, Evy, Ely e Paperina. Anche lo svilupparsi della gita assume presto toni un po' troppo melodrammatici concludendosi addirittura con l'incendio dell'albergo. Il ritmo però tiene e sopporta ogni eccesso, tranne forse quello di un linguaggio che troppo vuole nei termini e nello stile rispecchiare quello dei giovani d'oggi e quello di un umorismo un po' forzato. Infine, toni surreali e dialoghi da brivido sdrammatizzano il tutto e lo portano sul piano della parodia. Ma un obiettivo l'autrice lo raggiunge: mostrare che i ragazzi non possono essere catalogati e generalizzati e che riservano sorprese, talvolta anche piacevoli.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER