Gli ultimi ragazzi sulla Terra – La parata degli zombie

Gli ultimi ragazzi sulla Terra – La parata degli zombie

Dopo aver ucciso il terribile Blarg, un enorme e pericolosissimo mostro, l’autostima del tredicenne Jack Sullivan è alle stelle, e anche i suoi amici e compagni di squadra Quint, June e Dirk sono più sollevati. D’altronde non è facile essere gli unici sopravvissuti ad una vera e propria apocalisse che ha fatto sparire tutte le persone e fatto apparire zombie e mostri ovunque. Ma la ritrovata tranquillità a Wakefield dura poco perché nell’aria l’odore di guai è sempre presente. I pericolosi (ma fondamentalmente innocui) zombie che vagano per la cittadina cominciano a sparire in maniera sospetta mentre un urlo terrificante echeggia fin alla casa sull’albero dove vivono i quattro amici. Da dove viene e, soprattutto, chi lo provoca? I misteri però non sono finiti perché dal nulla spunta Thrull, una specie di mostro-umano che puzza di colonia, è altissimo, fortissimo, ha una cintura fatta di teschi e ossa e a quanto pare vive da Pizza Joe (o almeno, quello che una volta era il locale Pizza Joe) insieme a una squadra di amici mostruosi. Accertata l’inoffensività dei nuovi arrivati, la missione di Jack e la sua banda è quella di capire dove vanno a finire gli zombie e che rapporto hanno con il terribile urlo che proviene dal bosco…

La parata degli zombie è il secondo episodio della serie Gli ultimi ragazzi sulla Terra, firmato da Max Brallier, autore di libri, serie tv e giochi per ragazzi. Lo stile incalzante, ricco di colpi di scena, un ritmo veloce e il fatto che il protagonista viva la sua avventurosa vita “a livelli” trasportano il lettore all’interno di un videogame costruito però con le parole e le illustrazioni. Diventa facile per un preadolescente immedesimarsi in Jack, che vive avventure al limite dell’assurdo e del pericolo con coraggio e un pizzico di incoscienza, senza però dimenticare l’ironia e la spensieratezza che contraddistinguono un ragazzo. L’azione e il piacere della lettura sono accentuate dalle belle immagini in bianco e nero di Douglas Holgate, autore australiano di fumetti, che ben descrivono le ambientazioni, i mostri e le avventure che Jack e i suoi amici (perché qualcuno riuscirà a trovare alla fine) vivono. Una lettura leggera e divertente che però sottolinea l’importanza di fare squadra e di fidarsi dei propri compagni di viaggio, anche se, ai presunti amici di passaggio forse non bisogna dare troppa corda...



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER