Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

Un mago oscuro, Sirius Black, ex mangiamorte seguace di Lord Voldemort, è scappato dopo dodici lunghi anni dalla terribile prigione di Azkaban, probabilmente con tutta l’intenzione di uccidere Harry Potter. Dall’altro lato del paese l’ignaro Harry si trova a trascorrere le vacanze estive a casa degli zii babbani – esseri umani privi di poteri magici - e a sopportare gli insulti e le provocazioni di Zia Marge. Fino a quando, all’ennesima angheria subita, esplode: gonfia la perfida zia come un pallone e scappa a Diagon Alley, la dimensione magica all’interno di Londra. Avendo infranto il divieto per i maghi minorenni di fare incantesimi al di fuori della scuola si aspetta di essere punito da un momento all'altro e di essere espulso da Hogwarts. Con sommo stupore non avviene niente di tutto ciò , e Harry riceve solo la raccomandazione di non allontanarsi fino alla partenza per la scuola: ben presto il nostro eroe scopre che questa indulgenza è dovuta alla fuga di Black. Una volta arrivati a scuola la vita non è certo monotona. Tra creature magiche, vere lezioni di difesa contro le arti oscure e pseudo lezioni di divinazione, tra partite di quidditch a bordo di scope ultimo modello, mappe incantate e litigi tra i suoi migliori amici, Harry riesce a scovare (o a farsi scovare) da Sirius Black, a conoscere finalmente parte del suo passato e di quello dei suoi genitori e salvare due innocenti da una fine orribile...

 

In questo terzo romanzo della saga cresce, insieme con Harry, anche la complessità della trama. Numerosi sono i piani che si intrecciano e le storie diverse che vengono tessute insieme con maestria e cura estrema. La Rowling sceglie con cura e acume i dettagli da rivelare, che invece di chiarire le idee le confondono ancora di più. La scrittrice britannica introduce anche nuovi personaggi che si intuisce importanti per l'evolversi della vicenda. Si iniziano ad incupire le atmosfere, e le prove per Harry e i suoi amici si moltiplicano, ormai quasi numerose quanto i premi ricevuti dall'autrice, ben undici, per questo terzo romanzo delle avventure del giovane mago, indubbiamente più intenso e denso e soprattutto più cupo di quelli che lo hanno preceduto.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER