Ho una fata accanto

Ho una fata accanto
Una fata un po’ severa accompagna il lettore da mattina a sera... «Sono stanco di tutto e le ho chiesto: ‘cosa posso mai fare?’ La fatina ha risposto tranquilla: ‘Non si può domandare’». Tra un componimento e l’altro si gironzola all’interno di questa raccolta poetica sui generis: tra i brani stralunati e bizzarri dell’autore britannico, ci si deve lasciar guidare senza freni,  con tutto il gusto infantile e incosciente che regala soltanto quel suo gironzolare senza meta né senso…
In una veste editoriale sobria e raffinata (una confezione che rimanda un po’ agli anni Settanta), Motta Junior (Giunti) propone nella collana Il suono della conchiglia - che vuole accostare al mondo della poesia i lettori più giovani - una raccolta di divertissement poetici dell’autore dell’intramontabile Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie. Il libro si snoda in un saltellare divertito e divertente tra composizioni stravaganti, di cui Lewis Carroll sa essere maestro; surreali e assai moderne anche se sono state scritte poco meno di un secolo fa e finora mai edite in Italia. Il volume si arricchisce delle singolari e personalissime illustrazioni di Alessandro Sanna, vincitore quest’anno del Premio Andersen Miglior Albo Illustrato – Superpremio 2014 con Fiume lento. Un viaggio lungo il Po. Col suo segno molto riconoscibile, l’artista qui gioca un controcanto intelligente e raffinato nel ricercato accostamento a contrasto tra spirito contemporaneo della grafica e sapore retrò dei testi. Si sorride senza logica dei nonsense arguti e strampalati del grande autore inglese, proprio per questo così moderni, che sembrano acquistare smalto proprio con passare degli anni!
 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER