Il Cantasogni

Il Cantasogni
Pulcinella è stanco di stare sulla mensola ad aspettare che qualcuno si ricordi di lui. Di lui e di tutti gli altri fischietti di terracotta abbandonati. Hanno visto Carletto passare dai banchi di scuola ai libri dell'università e tornare triste da Torino. Carletto non sa più giocare, ha perso il suo animo fanciullo. Sapranno i fischietti come aiutarlo a tirarsi fuori dal peso dell'essere "grandi"? I fenicotteri rosa sono in volo, più felici del solito: una notizia sensazionale per gli animali di tutto il mondo li avrebbe salvati dalla cattiveria dell'uomo. Avrebbero avuto il tempo di assistere al cambiamento? Fata Liberula ha un compito: stimolare la lettura, utilizzando esclusivamente la sua capacità di persuasione contro l'indifferenza dei giovani, troppo impegnati con tv, telefonini e videogiochi. Riuscirà a portare almeno un lettore nel regno di Fantasia? Ancora altri personaggi sussurrano le loro storie a chi è disposto ad ascoltare…
Personaggi di fantasia fanno da Virgilio in questo viaggio nell'oggi, dipinto con un velo di malinconia per la perdita di valori e relazioni. Temi cari agli psicologi e ai pedagogisti, ai genitori (non tutti purtroppo) e agli insegnanti (anche in questo caso purtroppo non tutti): dal piacere del gioco, al piacere della lettura, da una sensibilità verso gli animali ad una verso l'ambiente, dalla memoria alla fantasia. Ce n'è per tutti. Una raccolta di racconti semplice ed essenziale, come le narrazioni delle nonne. Nella sua semplicità il testo, accompagnato da disegni in bianco e nero che illustrano i passaggi chiave, rimanda al lettore la sua stessa quotidianità, fatta di silenzi e indifferenze, ma anche di slanci e passioni. Ci si ritrova tra parole che vogliono narrare ai piccoli ma che hanno bisogno di essere ascoltate dagli adulti.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER