Il custode del Graal – Il sentiero del fato

Il custode del Graal – Il sentiero del fato
Ottobre 1191. Tristano, un Templare in viaggio verso l’Inghilterra e di ritorno da Gerusalemme, è costretto ad un viaggio tortuoso e pieno di insidie per l’Europa prima di poter portare a termine il suo compito: recapitare al suo re il Santo Graal, il più importante dei cimeli della cristianità, affidatogli da Sir Thomas, il suo cavaliere. Giunta nei pressi delle acque francesi, la nave con la quale stava attraversando l’intero Mediterraneo viene distrutta da una tremenda tempesta: naufrago insieme a Robard, un arciere del re nato e cresciuto nella Foresta di Sherwood nei pressi del centro di Nottingham, e di Maryam, figlia di un mercante londinese, suoi compagni di viaggio, si ritroverà perduto sulle coste della Francia. In una nazione completamente sconosciuta per il Templare, Tristano si trova costretto a proteggere il Santo Graal non solo dalle intemperie del naufragio, ma anche da un gruppo di Catari, che, dimostratisi prima ostili e poi pacifici, aprono gli occhi del semplice soldato di Dio sulle congiure ordite da Papa Celestino III. Diviso quindi dalla necessità di portare a termine il suo compito di trasportatore del Graal e dal desiderio di proteggere Celia, una giovane e bella ragazza a capo del gruppo degli eretici di Montesegur, Tristano si ritroverà ad affrontare un lungo viaggio a piedi e a fronteggiare l’esercito dell’arcivescovo di Languedoc, che lo ritiene servitore dei Catari. L’unica speranza per il giovane è quella di non far sapere ad alcuno cosa nasconde nella sua bisaccia, tantomeno ai suoi fedeli compagni di viaggio: il Santo Graal deve restare nascosto a tutti…
Secondo di una trilogia, Il sentiero del fato continua la storia del custode del Graal, ovvero di Tristano, personaggio nato dalla fantasia di Michael P. Spradlin, noto autore di racconti per ragazzi. Confermando questa sua attitudine, l’autore presenta un’opera di leggera lettura e dallo scorrimento abbastanza leggiadro: per quanto la traduzione in italiano abbia potuto intorpidire la stesura originale, è difficile intravedere un’esposizione ostica o ancor più ricercata. La storia viene trattata con semplicità e arguzia, con periodi semplici e senza troppa voglia di esaltarsi o di ergersi: quasi come se si stesse leggendo una favola serale, quindi, la novella di Tristano e del Santo Graal arriverà al termine in men che non si dica, lasciando ai lettori un ricordo per una vicenda piacevole e interessante, ma non molto di più. Sicuramente possiamo dire che, per quanto sia presentata come opera per ragazzi dai 10 anni in su, come riporta il retro della copertina, Il sentiero del fato può benissimo accontentare lettori più avanti con l’età che sono alla ricerca di una lettura modesta e di facile scorrimento, a patto che non ci si aspetti molto dall’insieme narrativo, a volte confusionario e poco preciso nell’ambito descrittivo.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER