Il mio primo libro di musica

Il mio primo libro di musica
Il libro si apre con un bellissimo “Benvenuto … in un libro pieno di musica! L’arte dei suoni è davvero fantastica!” che invoglia i bambini a girare pagina e a immergersi nel fantastico mondo delle note. Le parti fondamentali sono tre. Nella prima, “Quando, dove?”, il lettore viene invitato a pensare ai diversi luoghi in cui si ascolta musica (televisione, cinema, teatro, in macchina, persino ai matrimoni la musica non manca mai). La seconda parte è dedicata invece ai “Personaggi”, cioè ad alcuni tra i più grandi compositori di musica classica dal 1600 ai giorni nostri: attraverso simpatiche caricature (Johannes Brahms assomiglia un po’ a Babbo Natale senza slitta!) vengono presentati otto artisti, da Georg Friedrich Händel a John Adams, l’unico ancora vivente tra quelli presentati nel libro. La terza parte infine riguarda gli “Strumenti”, e si occupa di alcuni degli strumenti musicali più utilizzati, divisi tra quelli a corda, i legni e gli ottoni, le percussioni, e quelli a tastiera, per terminare con lo strumento più antico del mondo, la voce. Ma si può parlare di musica senza farla ascoltare? Certo che no! E i piccoli lettori sono accompagnati allora dal CD audio allegato nell’ascolto degli esempi musicali tratti dal repertorio più celebre: da Harry Potter di John Williams a Pierino e il lupo di Prokofiev, dal Can Can di Jacques Offenbach al Carnevale degli animali di Saint-Saens, 28 brani per un meraviglioso viaggio a colori alla scoperta della musica. La 29° traccia insegna a pronunciare i nomi dei compositori in maniera corretta…
Finalmente un testo per bambini che parla di musica in maniera azzeccata e soprattutto semplice. Il mio primo libro di musica si può tranquillamente consigliare a partire dai 6 anni, perché costituisce una divertente introduzione alla musica classica capace di carpire l'attenzione anche dei più piccoli. Genevieve Helsby racconta quattro secoli di storia della musica con un linguaggio fresco e vivace, semplice ed immediato, mentre i disegni di Jason Chapman completano e arricchiscono l'excursus con immagini colorate e accattivanti, molto divertenti, e le caricature dei compositori famosi (decisamente riuscite) stimolano con leggerezza l’immaginazione e la curiosità dei bambini. Un libro che dovrebbe entrare anche a scuola per far appassionare i bambini alla musica che “ti fa rizzare i capelli e accapponare la pelle, ti fa venire voglia di ballare, ti fa piangere”, oppure… “ti fa venire sonno!”.
 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER