Il mistero del papiro nero

Il mistero del papiro nero
Il freddo di dicembre non invita certo ad abbandonare un bel letto caldo e Geronimo Stilton ronfa con gusto. L’improvviso squillo del telefono però lo fa trasalire e l’ordine perentorio di alzarsi di nonno Torquato Travolgiratti non ammette repliche. Quella richiesta di scrivere immediatamente per l’Eco del Roditore un articolo sul famoso Papiro Nero di cui Geronimo non sa nulla lo fa precipitare al Museo Egizio di Topazia. Sembra proprio essere l’unico a non conoscere questo prezioso reperto per cui l’intera cittadinanza è in fila all’ingresso del museo, compreso suo nipote Benjamin. Il professor Ger O’Glyph lo sta attendendo insieme a sua sorella Tea. Tra misteri, ricche contesse e famosi papirologi, agenti segreti e strane guardie Geronimo si troverà suo malgrado coinvolto in furti e rapimenti. Tanti, troppi sono i segreti custoditi in quel papiro vecchio di millenni che attende solo di essere decifrato.
Nuova avventura per il direttore del giornale più famoso di Topazia alle prese questa volta con i misteri dell’antico Egitto e con un messaggio che promette il segreto dell’eterna giovinezza.  Tra indizi, indagini e sospetti tutti i personaggi sono coinvolti in un’avventura rocambolesca che regala sorprese. Se anche la trama non è certo particolarmente originale, il consueto garbato umorismo che caratterizza le storie di Geronimo, tradotte in quarantadue lingue, conquista e coinvolge regalando una lettura piacevole, divertente e ricordando il valore della semplicità. I personaggi, con i loro nomi buffi, entrano facilmente a far parte dell’immaginario non soltanto del lettore più giovane, regalando un sorriso e qualche ora di spensierata lettura.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER