Il sale vale più dell'oro

Il sale vale più dell'oro
In un regno ricco e florido, le tre figlie di un potente re sono tutte molto belle, ma la più piccola, Liduschka, si distingue per la bontà che la rende amabile e apprezzata da tutti. Ovviamente proprio per questo motivo, è assai malsopportata dalle sorelle che provano nei suoi confronti una insana gelosia. Sobillato dalle due maggiori, il padre decide di chiedere alle figlie di esprimere il proprio amore per lui. La giovane Liduschka - al contrario delle sorelle che giustificano il loro amore con la riconoscenza per i preziosi doni ricevuti - definisce il suo amore verso il genitore grande “perfino più del sale”… Furibondo per la risposta, che considera offensiva e provocatoria, il re caccia dal regno la figlia, che vagabondando nel bosco si imbatte in una vecchina. L’incontro è davvero singolare, perché la vecchia è in grado con i suoi poteri magici di ristabilire verità e giustizia per Liduschka. E infatti, a breve una serie di eventi inizia a scatenarsi nel regno e una grave carenza nell’approvvigionamento del sale finisce per impoverire e deprimere tutti gli abitanti… In mancanza di altro, anche i dolci più prelibati preparati quotidianamente dai cuochi di corte finiscono per stancare il re e le figlie, alla ricerca dei sapori sapidi di un tempo. L’arrivo inaspettato di Liduschka con il suo sacchettino di sale conservato dal giorno del ripudio rivela quanto davvero il sale possa essere più prezioso dell’oro!

Che gran brutta cosa l’invidia… alla fine però riesce sempre a vincere il perdono, bonificando le incomprensioni e regalando a tutti l’armonia perduta: la semplicità del vero amore è una ricchezza ben più preziosa dei tanti beni materiali. Un bell’albo del grande artista ceco Štěpăn Zavrěl, fondatore della Bohem Press e italiano d’adozione (dal 1968 si stabilì in un paese del Veneto fino alla morte). Datato 1968 e ripubblicato oggi in una bella edizione da bohem, Il sale vale più dell'oro è la trascrizione in testo e immagini di una leggenda della tradizione popolare ceca; come per tutti i grandi artisti, il tocco dell’autore è perfettamente riconoscibile, dal segno pastoso e agli spettacolari cromatismi, una cifra stilistica inconfondibile che lo colloca fra le più alte firme nel panorama della illustrazione per ragazzi.

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER