Il temporale

Il temporale

Oggi piove e la maestra oca non può portare i suoi allievi uccellini in cortile, quindi propone loro una lezione di danza. I piccoli uccellini, emozionati ed eccitati, corrono nello spogliatoio ad infilarsi le scarpe da ballo. Paloma indossa anche il tutù e, durante il riscaldamento, dichiara di saper già ballare. La maestra l’asseconda, chiedendole di mostrare agli altri quello che sa fare, e la canarina bianca balla sulle punte, citando il Lago dei Cigni. Tutti i bambini la prendono in giro e lei, sconsolata, si allontana. Dopo Paloma, prova Giulio, un corvetto nero dal muso giallo, che muove il sedere a tempo. Mentre fuori continua a piovere sempre più forte, tutti gli uccellini sono impazienti di mostrarsi: Clotilde sostiene che bisogna muovere anche le braccia e i piedi, o meglio le ali e le zampe. C’è chi salta, chi balla in coppia e chi in tre. Un gruppetto forma un cerchio e balla cantando. L’eccitazione aumenta e la maestra è travolta dalla confusione... ma Paloma dov’è finita?

Babalibri, casa editrice impegnata da quasi vent’anni a pubblicare albi illustrati stranieri di qualità per bambini da 0 ai 7-8 anni, è nata in coedizione con L’École des loisirs, sorella francese anch’essa specializzata in letteratura per l’infanzia. Proprio quella con cui Frédéric Stehr, autore de Il temporale, inizia pubblicando, nel 1983, Je n’ai pas faim, primo di una sessantina di libri per bambini, 4 dei quali presenti nel catalogo Babalibri. Il temporale si presta a diverse interpretazioni che veicolano altrettanti messaggi: il coraggio di mostrare se stessi, come fa Paloma, senza temere il giudizio degli altri; la bellezza e la genuinità delle differenze tra bambini, rappresentate dai balli dei suoi compagni uccellini; l’importanza del gioco libero e all’aperto, anche nelle giornate di pioggia – “non c’è niente di meglio, per calmare i bambini”, pensa la maestra. Come sempre negli albi di Babalibri, la morale (o le morali?), non arriva in modo solenne ed epico, ma percorre con leggerezza la storia, attraverso disegni dai colori pastello e testi brevi.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER