Inventario illustrato dei dinosauri

Inventario illustrato dei dinosauri

Che i dinosauri fossero anche cannibali chi lo sapeva? Ebbene, il Majungasauro (“Lucertola di Majunga”), vissuto in Madagascar, era “un carnivoro predatore bipede che non aveva paura a dare la caccia a dei Sauropodi più lunghi e imponenti: è tra i pochi dinosauri che sembrano aver praticato il cannibalismo”. Il Protoceratopo era un erbivoro assai coraggioso: nel 1971 ne è stato trovato un esemplare fossile sepolto da una tempesta di sabbia mentre si batteva con un Velociraptor! Uno dei dinosauri più antichi conosciuti è stato chiamato invece Celofisio; carnivoro, viveva in piccoli branchi e si spostava con velocità per cacciare; la sua taglia, coda esclusa, era quella di un grosso cane e il peso era di una trentina di chili… Ma invece il più grande dinosauro esistito? Il Supersaurus vivianae è uno dei più giganteschi animali terrestri mai esistiti: almeno 35 m di lunghezza (più di una balenottera azzurra!)…

Un bell’albo illustrato, dalle tavole chiare e leggibili, con disegni in inchiostro di china e all’acquarello e quel gusto raffinato di tante belle pubblicazioni di epoche passate. Il libro è organizzato in un ordine cronologico, con sezioni che racchiudono le varie ere geologiche del Mesozoico (Triassico, Giurassico, Cretaceo), che sono presentate in una pagina introduttiva nelle loro caratteristiche principali per ogni capitolo, e a seguire molte delle specie che si sono succedute nel corso dei millenni fino alla loro estinzione definitiva con la caduta di un meteorite sull’attuale Messico. Tutto è accompagnato da dati numerici e schede riepilogative per ognuno degli esemplari trattati nelle 43 tavole, con Ordine, Sottordine, Famiglia e in più data e luogo della loro scoperta e nome del paleontologo responsabile del rinvenimento. Il testo di accompagnamento per ogni scheda è descrittivo e discorsivo, con un taglio che vuole essere attuale come per esempio nell’idea di far visualizzare le dimensioni di ciascun esemplare paragonandole a quelle dei nostri animali o autoveicoli moderni (galline, cani, utilitaria, autobus…). In testa al volume una prefazione realizzata in forma di intervista ad una funzionaria del Museo nazionale di storia naturale di Parigi garantisce la completa validità scientifica sia del testo sia delle ricostruzioni illustrate nel libro, che comunque mantengono necessariamente una imprescindibile arbitrarietà vista la mancanza ancora di conoscenze morfologiche certe su forme e colori di molte specie. Il volume è l’undicesima uscita (Alberi, Animali, Insetti, Uccelli, Fiori, Frutti e ortaggi, Mare, Meraviglie del mondo, Montagna, Atlante degli Animali) di una bella collana dedicata a temi naturalistici edita in Francia e riproposta qui da noi dalla casa editrice L’Ippocampo.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER