Léon e le invenzioni

Léon e le invenzioni
Perché la benzina si chiama benzina? Perché la prima macchina con un motore alimentato da questo carburante fu inventata dall’ingegnere tedesco Karl Benz nel 1886. Poiché nessuno la acquistava, però, la moglie dell’ingegnere, la signora Benz, decise di dimostrare quanto fosse affidabile e comoda e fece un lungo viaggio, fermandosi solo quando finì il carburante. E le patatine? Le patatine, quelle super richieste nei party, nacquero dal dispetto che George Crum, un cuoco americano, voleva fare ad un cliente troppo esigente. Il cliente si lamentava che le patate fritte fossero troppo spesse ed aveva rimandato il piatto in cucina per ben tre volte. Allora George iniziò a tagliare le patate sottilissime, tanto che si bruciarono divenendo troppo secche. Il cuoco pensava di fare un dispetto, invece al cliente piacquero tantissimo … e non solo a lui! E poi sapete come sono nati i jeans o il berretto con la visiera, lo spazzolino da denti, lo specchio o la gomma da masticare? La storia delle invenzioni è ricca di episodi curiosi, imprevisti ed imprevedibili. Annie Groovie, esperta grafica e comunicatrice, ha deciso di fare un viaggio tra gli oggetti più comuni per scoprire come sono nati. Sono tutte cose che utilizziamo quotidianamente, come la lavastoviglie, il cotton fioc o il carrello della spesa, su cui generalmente non ci soffermiamo troppo. Invece ognuno di questi oggetti, o alcuni dei cibi che spesso mangiamo, come i cornflakes o la pizza margherita, ha una storia. Ce la racconta Léon, il simpatico ciclope inventato dall’autrice nel 2003 e divenuto anche una serie di cartoni animati di successo. Léon, in compagnia dei suoi inseparabili amici Lola Cicolpessa e Gatto Ciclope, compie a suo modo questo viaggio che parte nel 1760 con l’invenzione del puzzle, regalandoci un nuovo sguardo, anche ironico ed un po’ irriverente, sugli oggetti che accompagnano le nostre giornate e che d’ora in avanti non ci sembreranno più gli stessi, animandosi di vita propria e con una storia alle spalle! Anche le “storie a stampa”, poi divenute “i fumetti” trovano uno spazio in questo viaggio: il loro inventore è lo scrittore svizzero Rodolphe Töppfer che pubblicò la prima storia accompagnata da disegni nel 1827. Léon e le invenzioni fa parte di una collana che lo vede alle prese anche con i grandi misteri, le superstizioni, le buone maniere e gli strani modi di dire. In un allegro formato (impaginazione e rielaborazione grafica per l’edizione italiana a cura di Anna Dellacà), con colori decisi e tratti marcati accompagnati da descrizioni sintetiche ma ironiche che rendono la lettura piacevole e curiosa per grandi e piccoli. Consigliato dagli 8 anni (ma può essere raccontato anche prima!).

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER