L’isola dei ribelli

L’isola dei ribelli
Ulysses Moore ha finalmente potuto fare ritorno a Kilmore Cove, grazie al coraggio, l’intraprendenza e le ricerche di Murray e dei suoi amici, adesso può pensare di liberare i tanti ribelli che sono stati imprigionati dalla Compagnia delle Indie Immaginarie nell’isola chiamata Prigioni. La Metis è pronta a ripartire, ma Mina che sin dall’inizio è stata parte di tutte le loro avventure, dovrà seguire i genitori e salire su un aereo che la porterà lontana da tutti loro. È consapevole che Murray da solo non può governare la nave, ma non ha il coraggio di dirgli che li lascerà per sempre, così organizza uno stratagemma per convincere i gemelli Brady a recarsi la mattina successiva sul luogo della partenza e consegnare un pacco e una lettera da lei scritta indirizzata a Murray per spiegare a tutti il motivo della sua assenza. Ma come in ogni storia d’avventura che si rispetti il destino farà la sua parte e l’equipaggio non potrà salpare senza un membro tanto importante. L’immaginazione e il sogno faranno il resto, i ragazzi non sanno ancora che quello che scopriranno cambierà ancora di più le vite di tutti loro.

Nell’introduzione Pierdomenico Baccalario, lo scrittore che tutti gli amanti della saga di Ulysses Moore conoscono bene per essere il "traduttore" dei manoscritti e i diari di Ulysses, velatamente avverte il lettore che non molto materiale rimane ancora, come ad anticipare la fine di questo nuovo ciclo di avventure che continua ad affascinare piccoli e grandi lettori. E non è difficile neppure capirne i motivi. Chi non ama sognare? Chi non desidererebbe salire su una nave e combattere a fianco degli amici più cari? Chi non leggerebbe volentieri un libro ben scritto, illustrato con maestria e con la capacità di trasportarti in quella parte dell’infanzia più segreta dove sono ancorati i ricordi migliori? Ulysses Moore ha questa ed altre capacità e non manca a nessuno la voglia di ritagliarsi un po’ di tempo, imbarcarsi sulla Metis o perché no sulla Prometea e partire per mare seguendo l’Azzurro.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER