La luna

La luna
Quattro amici che vivono da sempre in un paese completamente al buio, dove non si esce dopo il tramonto, decidono un giorno di partire per il mondo, ed arrivano in un paese in cui si vede splendere una grande palla lucente che illumina la notte. Parlando con un contadino scoprono così l’esistenza della luna, che il sindaco di quel paese ha comprato ed appeso ad un albero perché tutti possano vederla. I quattro amici non ci pensano due volte, staccano la luna dalla quercia e la portano al loro paese. Tutti iniziano a ballare nei prati fino all’alba per festeggiare la novità. Ma un giorno “come fu come non fu”, i quattro amici iniziano a litigare, si dividono la luna e decidono di andarsene ognuno per la propria strada. Il paese torna ad essere al buio. Ma i litigi tra amici veri durano poco e alla fine la luna torna a brillare in paese.  
Una storia che Italo Calvino definì come la “più bella dei Grimm”, presentata in una veste tutta nuova proprio nell’anno dell’anniversario della prima pubblicazione delle fiabe dei Fratelli Grimm. Il racconto di Andrea Rauch è abbastanza fedele all’originale, cambia solo il finale, rendendolo maggiormente accessibile anche ai lettori più piccoli, veri destinatari di questo bel libro illustrato, che sa giocare con le parole, con le forme e con i colori. Le illustrazioni ruotano in modo divertente attorno alla modularità del cerchio: i protagonisti sono quattro piccoli cerchi che hanno rispettivamente i tre colori primari più il grigio, la luna è un grande cerchio giallo, la quercia invece è un cerchio verde. Lo stesso formato del libro richiama la forma perfetta del quadrato. I colori sono protagonisti anche degli sfondi di ogni pagina. La luce si accende e si spegne con l’alternarsi di pagine bianche e nere. Così le prime pagine sono tutte nere con le parole bianche, perché si racconta del buio che non lascia vedere niente; poi quando compare la luna nella storia ecco che anche le pagine di narrazione si illuminano e diventano bianche con le parole nere ed il nero si riempie di colore. Rauch ha tenuto nel cassetto questo libro ben 35 anni prima di pubblicarlo, rivisitato nella grafica e nel testo, con una casa editrice, Prìncipi e Princìpi, che si dimostra ancora una volta all’altezza di un pubblico esigente come quello dei bambini. Per finire qualche consiglio d'uso. La luna può trasformarsi anche in un modo divertente per insegnare ai più piccoli le fasi lunari della luna; e chissà quante attività sapranno inventare gli insegnanti della scuola materna con un telo nero e qualche colore!

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER