La ragazza drago – La prima trilogia

La ragazza drago – La prima trilogia
Thuban sta morendo. Il respiro del Drago si sta spegnendo inesorabilmente e Lung gli è accanto, sarà lui a raccogliere la sua eredità, tramanderà ai suoi figli e ai figli dei suoi figli l’indomito spirito del Drago. Ora che l’Albero del Mondo è morto e i suoi frutti dispersi, non c’è più speranza per Draconia, eppure un giorno la lotta ricomincerà, la malvagità di Nidhoggr non è sconfitta per sempre ma esiste una via d’uscita finché ci sarà lei: Sofia ha tredici anni, un neo sulla fronte che odia e un cespuglio di capelli color carota. La sua vita non è mai stata facile, è sempre vissuta in un orfanotrofio derisa per la sua goffaggine, eppure tutto sta per cambiare, in lei alberga il potere del Signore dei Draghi, dopo tremila anni lo spirito di Thuban sta per risvegliarsi...
La prima trilogia sui Draghi mette insieme L’eredità di Thuban, L’albero di Idhunn, e La clessidra di Aldibah, i primi tre capitoli della fantastica avventura di Sofia e dei suoi amici, adolescenti designati a ereditare i poteri dei Draghi, morti nello scontro con le Viverne guidate da Nidhoggr. Prima d’ingaggiare feroci battaglie dovranno accettare la missione, imparare a volare con le proprie ali e scoprire che tutto ha un prezzo. Come la leggendaria civiltà di Atlantide anche quella di Draconia è scomparsa millenni orsono, e la Troisi - ormai affermata firma del fantasy tradotta in 18 paesi -, costruisce la fisonomia di un mondo scomparso attraverso i ricordi dei protagonisti, facendolo riemergere tra le rovine dell’antica Roma, i misteriosi vicoli di Benevento e la bellezza nordica di Monaco. I nuovi personaggi introdotti nel II e nel III libro arricchiscono la trama di nuove dinamiche, alcune ancora da esplorare, facendo sì che il racconto resti epico ma credibile. La "compagnia" di ragazzi-drago non emula Tolkien né ricorda la mitologia dragonesca di Paolini, Sofia risulta più affine alle dinamiche avventurose del "cugino" Percy Jackson, giocando tra fantasy e romanzo di formazione.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER