Le 39 chiavi - Sull’orlo della tempesta

Le 39 chiavi - Sull’orlo della tempesta
Altro che Jack Sparrow! Avere come antenata una piratessa vera come la spavalda Anne Bonny metterebbe a chiunque un pizzico di adrenalina nelle vene. Dopo questa ennesima rivelazione sul proprio albero genealogico, Amy e Dan proseguono con rinnovato ardore la ricerca delle trentanove chiavi per la conquista del potere più potente del mondo. Stavolta sono diretti alle Bahamas. È vero che quando viveva lì Anne non faceva ancora parte dei bucanieri che infestavano il Mar dei Caraibi, come fa notare Amy col consueto buon senso. Lei propenderebbe per volare dritti in Giamaica, ma Dan è ben deciso a far valere le sue ragioni perché alle Bahamas, oltre alle possibili tracce della loro ava, c’è anche l’Oceanus, il più grande parco acquatico del mondo, e l’idea delle centinaia di scivoli e delle vasche in cui nuotare con i delfini è un richiamo troppo forte per un ragazzino pieno di sana voglia di divertirsi come lui. Ne hanno passate tante Amy e Dan da quando hanno accettato di partecipare all’indiavolata caccia al tesoro che li sta facendo scorrazzare da un continente all’altro. Hanno rischiato di essere avvelenati, annegati, sepolti vivi e sbriciolati in crolli ed esplosioni varie. Ad avercela con loro sono le squadre dei parenti avversari, che li stanno boicottando in tutti i modi. Niente da fare, i fratelli non mollano. Ma bordo dell’aereo che li sta portando a destinazione fanno una scoperta che manda in fumo le loro già poche certezze. Nellie, la ragazza alla pari che li ha seguiti fino a quel momento, è stata scelta e fatta addestrare dalla loro nonna defunta prima che la gara prendesse il via, perché li accompagnasse e li proteggesse. Quindi li ha ingannati raccontando un sacco di balle. Come essere sicuri che non stia facendo il doppio gioco? Potranno ancora fidarsi di lei? Per Amy e Dan è un duro colpo...
La saga dei due giovani Cahill continua con nuove sorprese e qualche risvolto drammatico. Travolti da un uragano tropicale, a un passo dal venire risucchiati dalle sabbie mobili, i nostri amici hanno la tentazione di mollare tutto e tornarsene a casa. Ma la stoffa di quel po’ po’ di progenitori che hanno alle spalle, e che vanta personaggi del calibro di Galileo, van Gogh, Napoleone e Mark Twain, al momento buono torna a galla e li stimola ad andare avanti. Adesso veniamo a sapere qualcosa in più sui segreti della loro famiglia. C’è di mezzo un siero contro la peste bubbonica che secoli addietro un Cahill riuscì a sintetizzare, senza immaginare che il rimedio alterasse il DNA di chi lo assumeva dotandolo di talenti portentosi. Poi la formula andò perduta. Noi però cominciamo ad avere qualche sospetto sul perché fra i discendenti ci siano tante persone straordinariamente dotate. Certo che quando sentiamo che nel novero c’è anche Madre Teresa abbiamo l’impressione che Linda Sue Park si sia fatta prendere eccessivamente la mano. Occhio alle pagine del volume, da sfogliare con la massima attenzione: nascondono un indizio importantissimo per chi sia abbastanza in gamba da scovarlo. Quanto alla prossima meta, è Londra, e probabilmente c’entra anche Shakespeare. Non ci stupiremmo se anche lui fosse un parente alla lontana di Amy e Dan.<

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER