Le Repubbliche Aeronautiche – In fuga da Venezia

Le Repubbliche Aeronautiche – In fuga da Venezia
Martin Faliero, quindici anni appena, magro, capelli ricci e scuri raccolti in una coda, si aggira per Venezia a piedi nudi, indossando la divisa dei Calafati. Pantaloni stretti al ginocchio, una camicia e un farsetto a strisce nere, bianche e rosse che permettono di distinguere i costruttori di navi. Da quando suo padre Leone è stato arrestato con l’accusa di stregoneria e rinchiuso nel Palazzo Ducale la vita per Martin si è fatta particolarmente difficile: ha dovuto imparare a cavarsela da solo, sua madre è morta molto tempo prima e suo padre è tutto ciò che resta della sua famiglia. Aveva cercato di insegnargli tutto ciò che sapeva portandolo con sé a bordo della loro nave volante fino a luoghi remoti come Aqaba, la Città delle Sabbie d’Oro sulle sponde del Mar Rosso. Nel porto più importante della Giordania, Martin aiutava l’equipaggio a rimettere in sesto lo scafo della nave danneggiato dal lungo volo sul Mediterraneo e seguiva suo padre nelle trattative commerciali con quei popoli tanto diversi. Fino a quell’ultimo viaggio prima dell’arresto. Non troppo lontano da Palazzo Ducale, un altro prigioniero, Ezio Trimorte, siede immobile con le gambe penzoloni tra le sbarre di una gabbia appesa al campanile di San Marco. Scruta la città dall'alto con uno smeraldo stretto nella mano e una missione da compiere nel cuore. Nella sua Venezia dalle tante lingue, “labirinto di sottoportici, campi e corti”, Martin può contare sull’amicizia di Lisa, di poco più grande, giunta da Amalfi per frequentare la Scuola delle dame del cielo e diventare una signora degli aironi sulle galee, e Renzo, tanto forte fisicamente quanto ingenuo, continuamente vessato dagli altri carpentieri. Ora però qualcuno sta cercando Martin…
Davide Morosinotto, veneziano appassionato di viaggi e di volo, dopo il premio vinto con il romanzo La corsa della bilancia, con all’attivo numerose altre pubblicazioni, ci trasporta in una realtà alternativa affascinante, nei cieli di una Venezia senza più acqua a causa della maledizione del Saladino e ci arruola tra le fila dei capitani da vento, facendoci respirare l’atmosfera piena di vita e di contraddizioni di una Repubblica Marinara che diviene per l’occasione una Repubblica Aeronautica. Ci presenta i suoi personaggi giovani e coraggiosi, scaltri e impavidi nell’affrontare le avventure che la vita mette sulla loro rotta. Con loro al nostro fianco affrontare alchimisti e flotte di stranieri, solcare cieli coperti di nuvole dense e seguire le tracce lasciate da Leone Faliero diventa una missione a cui non ci si può di certo sottrarre.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER