Le (stra)ordinarie (dis)avventure di Carlotta ‒ Fuori dal gregge

Le (stra)ordinarie (dis)avventure di Carlotta ‒ Fuori dal gregge

È martedì sette ottobre e Carlotta si sveglia per dare da mangiare ad Annibale, il pappagallo della sua vicina di casa. La signora Iole resterà in ospedale per tre settimane e Carlotta si è offerta di prendersi cura del pennuto, anche se non ha molta simpatia per lui. Carlotta frequenta la prima B all′Istituto Comprensivo Galileo Galilei insieme alla sua amica del cuore Sharon. Purtroppo nella stessa classe c′è anche Berenice De Grandis, una ragazzina presuntuosa e biondissima. Per il suo undicesimo compleanno, con grande sorpresa di Carlotta e Sharon, Berenice invita tutti i suoi compagni di scuola a un grande pigiama party in tenda. Carlotta e la sua fedele amica trascorrono le ore di scuola a pensare al regalo da portarle: Annibale, tutto infiocchettato? I fratellini di Carlotta? Lo strano flauto indiano che Carlotta ha ricevuto in regalo da sua mamma, pur non sapendo suonare? Ma l′indomani, il professor Marx ha proprio bisogno di qualcuno che suoni il flauto nell’orchestra scolastica e Carlotta suo malgrado dovrà esercitarsi. Mercoledì otto ottobre è anche il giorno in cui Berenice fonda il gruppo The besties, formato dalle ragazzine che trova più simpatiche, cioè praticamente tutte le compagne di classe eccetto Carlotta e Sharon. Come risponderanno le due a questa sfida? Che cosa accadrà alla festa di compleanno di Berenice?

Ecco la seconda puntata del diario per ragazzine che ha spopolato in Germania e in molti altri Paesi. Scrittura scorrevole, frasi brevi e pochissime subordinate, il racconto è strettamente intrecciato all′illustrazione, che partecipa alla narrazione, talvolta aggiungendo anche particolari che non sono presenti nel testo. L′illustratrice Daniela Kohl fa un ottimo lavoro, all′altezza del primo volume. Quanto al soggetto e alla scrittura, siamo di fronte un′altra volta a un puro gioco di intrattenimento, che avrà forse il pregio di avvicinare alla lettura chi non ama i libri, perché senz′altro si tratta di un prodotto attraente e ben confezionato. Dentro la confezione, si muovono personaggi che rischiano di apparire stereotipati e forzatamente scanzonati, con la conseguenza possibile che nessuno di essi susciti vera simpatia o repulsione, perché il gioco delle parti è scoperto e prevedibile. L′amicizia che lega i personaggi oscilla, si impenna, si accende e si spegne al minimo screzio o per sincero opportunismo: Paolo, nuovo amico di Carlotta e Sharon, viene ammesso nel gruppo dei Conigli Scatenati perché sostanzialmente manca un membro per costituirlo. E perché usare la sua casa sull′albero come sede del gruppo è senz′altro “una figata”. A differenza del primo libro, questa volta non vengono maltrattati conigli.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER