Le Terre Magiche di Midendhil - La missione dell’ultimo custode

Le Terre Magiche di Midendhil - La missione dell’ultimo custode
Leonardo ha quattordici anni, ha da poco iniziato il liceo, ha i capelli rossi, è introverso. Vive in un paesino della campagna toscana insieme ai genitori adottivi, ha uno zio premuroso con la passione per le armi da taglio e gli oggetti antichi, due cugini in gamba, un professore che gli dà il tormento in classe, un bidello su cui può far affidamento e una amica, Maya, la più bella ragazza che abbia mai visto e per la quale ha perso la testa. Ama passeggiare nel bosco vicino casa insieme alla sua cagnolina, adora stare in mezzo alla natura e conosce quel luogo meglio di chiunque. Da qualche tempo però dorme male, è preda di agghiaccianti incubi durante la notte, si addormenta in classe e spesso al suo risveglio non ricorda dove si trova. All’inquietudine notturna si aggiungono visioni diurne di creature malvage che con i loro occhi terribili lo spiano e chiamano il suo nome. Una notte sente i suoi genitori discutere, aprirsi con loro e condividere in parte le proprie inquietudini forse li ha sconvolti, non riesce a comprendere tutto quello che si tanno dicendo, ma la paura strisciante di essere malato lo attanaglia. Chiede aiuto allora allo zio Vittorio e neppure la fantasia più spinta sarebbe riuscita a concretizzare la realtà che si palesa ai suoi occhi: una realtà fatta di fate, stregoni, guerrieri, demoni, oscuri signori, creature malefiche, sfere di luce e terre lontane, un mondo distante di cui non solo fa parte, ma di cui lui, il prescelto, detiene le sorti...
Tra eroi in erba, guardiani di terre, maghi crudeli, incantesimi e magie, si muove la storia di Leonardo, un ragazzo che deve mettere da parte la propria adolescenza e prendere su di sé il destino di salvare il mondo. Tra draghi e terre incantate, duelli a colpi di malefici, sfere luminose e segreti indicibili impariamo a conoscere Midendhil e la sua leggenda. C’è la volontà di creare una storia epica e personaggi da ricordare, impresa titanica per chiunque debba fare i conti con l’eredità difficile e scomoda dei colossi del fantasy e di acclamate saghe per ragazzi. Difficile non pensare a “colui che non deve essere nominato” o a maghi e stregoni magistralmente scolpiti nell’immaginario collettivo. Ma che l’impresa fosse ardua evidentemente era stato considerato dal momento che Le Terre Magiche di Mindendhil non si pone soltanto come una delle tante storie fantasy, a cui peraltro così tanto somiglia, ma fa parte di un progetto di grande portata che ruota attorno al sito web dedicato, ad una specifica app e ad un format televisivo gestiti da Endemol e diverrà soggetto di un parco divertimenti ad Orlando e di altri parchi in Italia. Questo sorprende, almeno solo in parte, dal momento che l’autore si occupa per l’azienda di famiglia della realizzazione di parchi a tema e casinò in tutto il mondo e firma la produzione artistica del Fantasy Kingdom di Gardaland, scrive format televisivi e molto altro. Di Midendhil sentiremo dunque parlare, sperando almeno che un guizzo di genialità italiana possa far distinguere in qualche modo questo progetto dai tanti cloni di Tolkien e Rowling, magari con un po’ di magia… vera!

Leggi l'intervista a Davide Simon Mazzoli

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER