L'uomo dei palloncini

L'uomo dei palloncini
Ci sono persone molto speciali che riescono a stupire  e toccano il cuore e la fantasia di ogni bambino. L’Uomo dei palloncini è una di queste. "Ha un camion misterioso come una valigia che si apre e dentro c’è il paese dei torroni, con veri palazzi, vere strade e campi, fiumi, colline a perdita d’occhio… conosce ogni bambino di ogni paese e città. È questa la sua specialità. E per ognuno sa cosa è meglio… sa che per quella bambina ci vuole una stella, per quel neonato l’orso bianco che guarda lontano, per i due fratelli in guerra la coppia di delfini gemelli…”. Quando arriva in città ha un modo tutto suo di avvisare e richiamare a sé ogni bimbo che vuole lasciar spiccare il volo per un poco alla propria fantasia. L’Uomo dei palloncini non viaggia mai da solo, con sé porta sempre la sua compagna vestita tutta di bianco che lo affianca nomadeovunque il loro camion decida di portarli...
La fondatrice di Topipittori Giovanna Zoboli torna a regalarci un albo illustrato, come sempre contraddistinto da una raffinatezza del tutto particolare e sospeso tra realtà e immaginazione in cui il confine tra le due è spesso sfumato e indistinto. Chi è quella figura un po’ misteriosa, inquietante ma non troppo, che viene dal passato a indicare la strada a ogni singolo bambino? Accende di certo i ricordi e la fantasia di ciascuno di noi, rimandando alla provincia e ai circhi, ai torroni e allo zucchero filato, a personaggi sempre diversi eppur sempre uguali. Personaggi che si materializzano in scenari felliniani muovendosi con la grazia e la leggerezza degli omini di Chagall. Fuori dal tempo e dentro il passato di ognuno di noi. Sono di Simone Rea le belle illustrazioni che armonizzano poeticamente tutto il testo.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER