Mamma, perchè vai a lavorare?

Mamma, perchè vai a lavorare?
È proprio bello stare con la propria mamma, tanto bello che vorremmo non smettere mai. Peccato che, a volte, ci lasci soli per andare a lavorare! Ma perchè, in fondo, ha un lavoro? C'è già il papà che porta a casa il denaro necessario per vivere e poi i bambini per una madre sono la cosa più bella: molto, molto più importanti del lavoro! Insomma, a volte è proprio difficile comprendere le scelte della mamma. A meno che lei non cerchi di spiegarcele con parole chiare e semplici, colme di affetto e di franchezza. Con tanti esempi riesce a farci capire che tutti hanno bisogno del loro spazio, i bimbi quando giocano da soli con il loro trattore blu e le mamme quando leggono un libro o vanno a lavorare. L'amore, per vivere, ha bisogno di respirare e il suo ossigeno è la libertà.
Cristina Petit,  maestra elementare, è una signora molto attiva: scrive, illustra libri, fotografa, ha creato una linea di vestiti etici e cura un blog su intenet in cui riflette sulla sua esperienza a scuola. Una mamma così sicuramente ha dovuto trovare il modo di spiegare ai suoi tre bambini perchè ha tante attività! Grazie alla sua quotidiana e pluriennale vicinanza ai più piccoli e alla sua conoscenza dell'animo infantile, è riuscita a creare un dialogo che aiuta i  lettori a cambiare il proprio punto di vista per assumere quello di una persona a cui vogliono tanto bene e comprendere le sue scelte. Questo, come spiega  nella postfazione rivolta agli adulti la psicologa dello sviluppo Elisabetta Costantino, consente ai bambini di creare quella “base sicura” che permette loro di sentirsi amati e protetti anche in assenza dei genitori. I piccoli, infatti, sanno che la lontananza è temporanea e che l'amore della mamma e del papà li circonda sempre, anche quando non sono con loro. Le illustrazioni di Sara Benecino, le frasi brevi e il lessico colloquiale rendono il testo immediatamente comprensibile ai bambini nonostante alcuni (voluti e, forse, evitabili) errori sintattici,  inseriti per ricreare il sapore del linguaggio infantile. Una breve conversazione tra una mamma e il suo piccolo, pensata per essere letta da genitori e figli insieme, che aiuta a fornire risposte immediate e spunti di riflessione da sviluppare in seguito, per elaborare la distanza momentanea.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER