Mauro e il leone

Mauro e il leone
Una speciale amicizia lega il grande leone dalla criniera rossa Ulisse a Mauro, il bambino che una mattina al risveglio scopre la città improvvisamente popolata di nuovi abitanti… Decine e decine di leoni occupano placidamente le strade, passeggiano, lavorano dietro i banchi dei negozi, guidano gli autobus, indossano divise da vigile, liberati dalle proprie gabbie dalla domatrice francese Maria-Louise Sourire. Un’amicizia speciale quella di Mauro in groppa a Ulisse, che porta il bambino a capire il valore dello scambio: essere aiutati e protetti può dare l’occasione di sdebitarsi e sentirsi più felici...
Il milanese Pinin Carpi (1920-2004), riferimento straordinario nel mondo dei libri per ragazzi, torna ancora (fortunatamente) in libreria con la trilogia di Mauro e il leone ripubblicata dal Battello a Vapore nella collana I Classici. La prima uscita è ovviamente il volume che dà il titolo alla serie, apparso trent’anni fa nel catalogo Mondadori e nove anni dopo nell’edizione Vallardi. Artista vero e proprio (oltre che scrittore anche pittore e poeta, di formazione architetto e musicista), Pinin Carpi ha lasciato il segno negli anni in cui  si respirava quel meraviglioso fermento intellettuale che a Milano negli anni Settanta portò alla creazione dell’innovativa Libreria per ragazzi di Roberto Denti, spartiacque che segnò una nuova prospettiva del lettore-bambino. In quasi tutti i suoi tanti libri Carpi ha realizzato gli acquerelli inconfondibili che arricchiscono davvero la lettura con illustrazioni dai colori liquefatti e a macchia. Sommate ai testi geniali e originali, testimoniano una delle più autorevoli e riconoscibili figure sulla scena della letteratura per ragazzi, italiana e non.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER