Maximum Ride - Il volo finale

Maximum Ride - Il volo finale
Omega è stato sconfitto, gli Eliminatori non esistono più. Jeb il cattivo non è altri che il padre biologico di Maximum… sembra proprio che per lo Stormo – Max, Fang, Iggy, Nudge, Gasman, Angel, sei ragazzi alati e il loro cane parlante Total, non ci siano più nemici all’orizzonte. Ma la situazione in realtà non è così tranquilla: a Washington il governo statunitense cerca di tentarli con il progetto di una Scuola (e già la scelta del termine è decisamente infelice) per ragazzi speciali dove studiarli e addestrarli al servizio del Paese; un potente quanto misterioso Uberdirettore prepara soldati e strategie militari apposta per poterli catturare e vendere al miglior offerente; nel frattempo al posto delle pizze ordinate i ragazzi, si vedono recapitare a domicilio una discreta quantità di esplosivo. Insomma quanto basta per spiegare ancora una volta le ali e fuggire. Questa volta però Jeb e la Dottoressa Martinez – la madre di Max- propongono ai sei ragazzi di scappare e allo stesso tempo salvare il mondo: partire per un viaggio in Antartide dove collaborare con alcuni scienziati che studiano il riscaldamento globale, e aiutare la comunità scientifica a sensibilizzare governi e opinione pubblica riguardo questo problema. Neanche l’Antartide però si rivela un rifugio sicuro e lo stormo è presto di nuovo nei guai...
Decisamente fiacco il quarto volume delle avventure di Maximum Ride, tutto dedicato al problema dei cambiamenti climatici. Non che ci sarebbe niente di male, anzi, a interessare i giovani alle questioni di attualità attraverso le vicende dei loro eroi. Tuttavia è un processo delicato che andrebbe portato avanti con cura e attenzione lungo tutti i capitoli della serie, non con un libro appositamente dedicato a un problema, che 'mette in pausa' le avventure dello Stormo senza aggiungere niente alla storia. Anche ritmo e narrazione non sono all’altezza dei numeri precedenti, così come i personaggi secondari: un cattivo quasi comico e soldati-nemici non caratterizzati, per fare soltanto un paio di esempi. Mancano completamente, inoltre, gli scontri che avevano distinto le avventure passate. L’unico ambito in cui la storia va avanti è quello del rapporto sentimentale tra Max e Fang, tuttavia è una relazione decisamente irreale e fuori da ogni logica. Per fortuna sono in arrivo gli ultimi due volumi della serie ricchi di colpi di scena e di personaggi destinati a scombinare le carte: Max, già uscito negli Stati Uniti, e Fang, di cui è possibile leggere qualche pagina in anteprima sul sito ufficiale della serie (http://www.max-dan-wiz.com/). Se leggere le anteprime on-line non dovesse bastare ai numerosissimi fan in attesa di nuove avventure, questi potrebbero sempre mettersi a caccia della versione manga di Maximum Ride. Esclusivamente in inglese, illustrato da NaRae Lee ed edito dalla Yen Press, di questo fumetto esistono per ora due numeri dedicati ai primi due episodi della serie: Esperimento Angel e La scuola è finita. Brutte notizie per chi invece attende la versione cinematografica per la serie: il film (distribuito dalla Columbia Pictures) non uscirà nel 2010 come si vociferava nell’ambiente. La regista, Catherine Hardwicke, la stessa che ha diretto “Twilight”, ha chiesto un nuovo script e questo ha portato a uno slittamento delle riprese.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER