Mitico!

Mitico!

In origine c’era il Chaos, uno spazio senza limiti né confini e dentro c’era tutto: aria, acqua, terra e fuoco. Piano piano prese forma la vita, attraverso il Fato che decideva le sorti di chiunque o le Moire che tessevano e tagliavano i fili della vita. Cielo e Terra si unirono, nacquero i Centimani, i Ciclopi e poi i Titani e le Titanidi che a sua volta generarono molti figli, tra cui uno in particolare che si distinse tra tutti diventando il più famoso signore del cosmo e re degli dei: Zeus. La casa di Zeus era l’Olimpo, il monte più alto di tutta la Grecia, qui ci viveva con la moglie Era, protettrice dei matrimoni, e altri dieci dei: Poseidone, dio del mare e fratello di Zeus; Demetra, divinità della terra; Dioniso, figlio di una mortale e tra gli dei il più festaiolo; Apollo e Artemide, figli gemelli di Zeus; Atena, dea della saggezza; Hermes il messaggero degli dei; Ares il dio della guerra; la bella Afrodite e il suo sposo Efesto, il fabbro degli dei. Gli dei conducevano una vita avventurosa, soprattutto Zeus che era solito compiere numerose scorribande tra i mortali e soprattutto innamorarsi di molte donne da cui ebbe molti figli considerati semidei. Gli uomini veneravano gli dei dell’Olimpo e loro sapevano essere generosi e leali verso chi dimostrava loro devozione, come il prode Ulisse o il mitico Achille. Ma gli dei sapevano essere anche molto crudeli, come con Pasifae, la regina di Creta, che venne punita per aver tradito il marito Minosse dando alla luce Minotauro, un’orribile creatura dalle sembianze di una bestia che mangiava carne umana. Insomma, gli dei hanno portato parecchio scompiglio tra gli uomini e le donne dell’antica Grecia, ma ci hanno lasciato anche tantissime storie avventurose che da sempre affascinano adulti e bambini…

Certo, non è facile districarsi tra le parentele, visto che fratelli e sorelle si sposavano tra loro ma avevano figli anche al di fuori del matrimonio. E poi la mitologia greca è un mare molto vasto: di ogni mito, di ogni eroe e personaggio esistono spesso tante versioni diverse, ciascuna interessante a modo suo, così come esistono varie pubblicazioni che narrano le loro mille avventure; quella proposta dalla casa editrice Il Castoro è molto particolare perché racconta le vicende non solo attraverso testi di narrativa ma anche attraverso delle canzoni. Annalisa Strada, autrice premio Andersen per ragazzi, narra con un linguaggio semplice e molto coinvolgente le vicende di dei e semidei in brevi racconti illustrati da Flavia Sorrentino, illustratrice freelance romana. Pierangelo Frugnoli ha scritto le nove canzoni che accompagnano i testi di Annalisa Strada e che si possono ascoltare nel cd allegato. Un modo divertente e indovinato per avvicinare i bambini ai miti greci. Perché, come ci insegna la tradizione omerica, le storie si possono raccontare anche con la musica.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER