Niente giochi nell'acquario

Niente giochi nell’acquario
Le tanto desiderate vacanze estive non iniziano come Catherine ha sognato. È umido e nuvoloso, e suo fratello David insiste per prendere l’ombrello. David ha otto anni, è autistico ed è il problema che assilla Catherine perché la mette sempre in imbarazzo. La sua vita è scandita dai ritmi di David: le visite al centro di O.P. (la terapia occupazionale), la videoteca che lui ama tanto, guardarlo mentre mamma lavora… Per gestire suo fratello Catherine ha inventato una serie di regole da seguire sia in casa che fuori: i vestiti si tolgono solo dal dottore, se la porta del bagno è chiusa bussa prima di entrare, se qualcuno ti saluta fallo anche tu, non buttare giochi nell’acquario… La vita appare triste a Catherine che si consola con Nocemoscata e Cannella, i suoi porcellini d’India, e disegnando tutto ciò che l’attira. Ed è proprio disegnando Jason – un ragazzo che può comunicare solo attraverso una serie di schede che indicano le parole – che Catherine imparerà la profondità dell’essere e la vuota leggerezza dell’apparire…
Cynthia Lord, all’esordio con questo libro, si è dimostrata capace di entrare nell’animo di una bambina che deve affrontare una vita un po’ diversa dalle altre, raccontando con gentilezza le sue difficoltà di relazione con i familiari che riversano le loro attenzioni sul figlio più bisognoso. La Lord ha un figlio autistico e la sua esperienza diretta del problema traspare chiaramente ad ogni pagina. Questo vissuto personale si traduce nel libro in situazioni istruttive e mai noiose. Le regole che la simpatica Catherine vuole imporre al fratello, che a lei appaiono così importanti, sono quelle delle convenzioni della società e di quel mondo di cui David sembra non far parte, e che la Lord usa per far comprendere, per opposizione, dove sta la sostanza di emozioni e sentimenti. Niente giochi nell’acquario è un libro ben costruito, in grado di offrire una stimolante esperienza di lettura. Le regole di Catherine, stampate con caratteri diversi e giocosi, saltano all’occhio e offrono a piccoli e grandi interessanti spunti di riflessione.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER