Nina è arrabbiata

Nina è arrabbiata

È il compleanno della mamma e Nina, appena sveglia, decide di prepararle una sorpresa: la colazione a letto! Tra il dire e il fare c’è di mezzo il famoso mare ed in effetti, una volta in cucina, la bambina combina un pasticcio di seguito all’altro: rovescia la scatola dei cereali, non riesce ad aprire il cartone del succo di frutta, le tartine imburrate a mano non fanno una bella mostra. Allora perché non disegnare il ritratto della mamma, che è tanto bella? Detto, fatto, ma anche questa volta il risultato non la soddisfa per niente e il nervoso è così tanto che Nina esplode: strappa il disegno in mille pezzetti, esce in giardino e scoppia a piangere. Proprio in quel momento arriva il lupo, desideroso di giocare con lei, che le fa tornare il sorriso e le offre un’idea alternativa per il regalo alla mamma…

Torna Nina, la bellissima bambina coi codini a volte felice a volte imbronciata, già incontrata negli episodi precedenti come Il ciuccio di Nina, Un cucciolo per Nina, Nina è innamorata?, scritti dalla stessa coppia autrice-illustratrice Christine Naumann-Villemin/Marianne Barcilon ed editi sempre dalla casa editrice Il Castoro. Una bambina reale, che manifesta senza timore le sue emozioni: dalla felicità al nervoso fino ad arrivare alla rabbia, come quando non riesce a portare a termine quanto si era prefissata di fare per la sorpresa speciale alla mamma. La rabbia è un’emozione che i bambini iniziano a provare molto presto e che devono imparare, col tempo, a gestire. Le illustrazioni restituiscono chiaramente l’immagine di una bambina molto arrabbiata: gli occhi, le guance arrossate, la bocca aperta in esclamazioni e parole nervose, il corpo, l’andatura… ogni cosa ci dice quanto intensa possa essere anche la rabbia di una bambina ancora piccola. Anche il linguaggio utilizzato dalla bambina è esemplificativo: quel “Crepate, arance!” ha fatto scoppiare a ridere anche gli adulti che si sono ritrovati a leggere questa storia. L’arrivo di un amico speciale aiuterà la piccola a superare il momento e a tornare a sorridere.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER