Oliver e le isole vagabonde

Oliver e le isole vagabonde
Oliver è un bambino fortunato: i suoi genitori sono esploratori e hanno viaggiato per il mondo. Fin da piccolo li ha seguiti durante le loro avventure e non è mai andato a scuola. O forse in fondo non è poi così fortunato? Certamente ha avuto modo di diventare coraggioso ed avventuroso: quando era ancora nel passeggino è stato rapito da un’aquila, è andato in bicicletta nei pressi di un vulcano in eruzione, un orso gli ha rubato il sacco a pelo… In realtà però Oliver non si sente tanto fortunato: non ha mai potuto vivere a casa, né avere una camera tutta sua, né appunto andare a scuola. Ora tutto questo sta finalmente per realizzarsi perché, al compimento del suo decimo compleanno, i genitori hanno deciso di aver già esplorato tutto e di voler andare a vivere nella loro casa sul mare. La sua gioia però non dura a lungo poiché i suoi spariscono all’improvviso. Sarà così costretto ad andare a cercarli ma non lo farà da solo; incontrerà il signor Burbery, un albatros brontolone, Iris, una sirena un po’miope, e persino un’isola vagabonda di nome Rocky con i quali andrà alla scoperta del mondo dotto l'acqua e incontrerà strane creature marine. Oliver avrà l’occasione di vivere una nuova avventura, per la prima volta senza i genitori ma in compagnia di nuovi amici, per quanto siano bizzarri e strani, e potrà dimostrare il suo coraggio nei momenti di pericolo. Alla fine riuscirà anche a coronare il suo sogno di fare l’esploratore… rimanendo a casa!

Una narrativa fresca e leggera, perfetta per le vacanze, che utilizza un linguaggio accurato e mai banale. Una storia per lettori autonomi a partire dagli 8 anni, con illustrazioni divertenti e di impatto, che unisce una trama originale a personaggi strampalati e surreali che aiutano Oliver nella sua missione e gli insegnano il valore dell’amicizia. L’autore Philip Reeve, che ha già pubblicato diverse opere per bambini e ragazzi che gli sono valse premi e riconoscimenti internazionali, ha detto di aver viaggiato molto per poter prendere ispirazione per questa storia. Così come l’illustratrice Sarah McIntyre, che ha illustrato e scritto anche fumetti, che trascorre sei mesi all’anno alla deriva nell’Oceano Indiano su una zattera in compagnia di alcune sirene che le chiedono un ritratto. Insomma, da una squadra di avventurieri un libro di avventure un po'... sui generis.

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER