Oniria – Il regno dei sogni

Oniria – Il regno dei sogni
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 

Elliot ha 12 anni, vive a Parigi, e ha due sorellastre gemelle e una matrigna. Sua madre è morta nel sonno quando era ancora molto piccolo e da allora lui ha sviluppato quella che viene definita la “clinofobia”, ovvero la paura di addormentarsi. Mamilou, nonna paterna, lo ha aiutato a superare queste crisi ma da sei mesi queste sono tornate. Precisamente da quando il padre, giovane giornalista in carriera, una sera è andato a dormire senza svegliarsi più. La diagnosi dei medici è stata coma, senza però fornire una spiegazione su cosa l’abbia causato o come se ne possa uscire. A peggiorare la situazione, già di per sé abbastanza tragica, c’è Christine. Seconda moglie e matrigna di Elliot, negli ultimi mesi ha sviluppato un astio così profondo nei confronti del ragazzo che neanche la nonna è in grado di arginare. Anzi, l’ultima volta che la nonna si è interposta tra i due è stata sbattuta fuori di casa da Christine con il risultato di far sentire Elliot non solo ancora più solo ma anche in colpa per la sorte di Mamilou. L’unica cosa che gli reca un po’ di conforto è la clessidra che la nonna gli ha dato prima di andar via. Un bellissimo gioiello senza tempo dove all’intero scorre della sabbia di un blu così intenso da assorbire tutta la luce circostante. La nonna gliela ha data con un compito preciso, quello di adoperarla per recarsi ad Oniria – la città dove si svolgevano tutte le fiabe che Mamilou gli raccontava da bambino – e trovare il Mercante di Sabbia, l’unico in grado di poter risvegliare suo padre…

Pubblicato in Francia per la prima volta nel 2014, solo quattro anni più tardi il primo volume della saga Oniria arriva in Italia rimpolpando le fila dei romanzi fantasy. Nominata come miglior saga per ragazzi in Francia nel 2015, è stata selezionata nello stesso anno dalla rivista “Cultura” per il premio come miglior romanzo per ragazzi. Ambientato in un mondo fantastico dove l’immaginazione fa da padrona, Oniria fa da sfondo alle avventure di Elliot, giovane in cerca di risposte. Tutte le otto categorie di Vladimir Propp sono rispettate: il mandante è riconoscibile nella figura della nonna paterna Mamilou, Elliot è il giovane eroe, Christine l’antagonista e così via. Tanti i richiami ad alcuni capisaldi della letteratura fantastica: nel ruolo dell’Eletto, Elliot non può che richiamare il famoso maghetto Harry Potter, mentre la clessidra che gli consente di andare e tornare da Oniria e che esercita un potere misterioso su chi la indossa, non può che accendere una lampadina in chi ha sentito parlare di un certo Anello del Potere. Le ambientazioni, invece, alludono a quelle conosciute durante le letture dei volumi di Lewis Carroll, Roald Dahl e Philip Pullman. Un buon libro fantasy, con una scrittura che scorre veloce e che tiene incollati anche i lettori non più adolescenti, senza però riuscire a catturali completamente.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER