Pablo al circo

Pablo al circo
È un bel sabato mattina e Pablo, un cagnolino simpatico e cicciottello, è rimasto da solo in casa con il suo miglior amico, il calzino sir calzetta. Il signor e la signora Scarpabrilli vogliono andarsene a fare un picnic in campagna ed invece di portarlo con loro preferiscono lasciarlo dormire. Ma Pablo è un animale che ama l'avventura ed appena i suoi padroni se ne vanno, lui si alza dal letto, indossa il basco e decide di andare al parco. Pablo però non è mai stato al parco, e proprio non capisce perché tutta quella gente vestita strana sta correndo così veloce. Stanno scappando da un leone? Hanno la polizia alle calcagna? Stanno correndo a casa a cambiarsi? Pablo si avvicina, corre con loro e prova anche a chiederglielo. Ma il suo piede finisce su un laccio slacciato di un corridore e così si ritrova in mezzo ad un'aiuola profumata, che trasformerà insieme a sir calzetta in un comodo giaciglio.
Dopo averlo portato in città ed in vacanza, Alex T. Smith, giovane scrittore inglese, prende il cagnolino Pablo e lo catapulta al circo. Con un linguaggio colloquiale e ben comprensibile ai bambini e dei disegni semplici e divertenti, Smith ci racconta l’avventura sgangherata ma simpatica del cagnolino pasticcione e del suo amico sir Calzetta, sempre pronti a fare danni ma prontissimi anche a porre un rimedio ai danni procurati.  Senza morale e senza tante pretese (ma i bambini, in verità, non hanno bisogno di nessuna delle due cose) la storia scorre veloce, anche se, visto il numero di pagine (96), utilizzandolo come lettura della buona notte sarà difficile concluderlo tutto in una volta senza ritrovarsi il piccolo ascoltatore addormentato. Tranquilli però, è una storia anche per più grandicelli: i vostri figli potranno finirla da soli, una volta che avranno imparato a leggere.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER