Perché Ciajkovskij si nascose sotto il divano e molte altre storie sulla vita dei grandi compositori

Perché Ciajkovskij si nascose sotto il divano
Händel era uomo talmente devoto al Signore che pare desiderasse morire proprio il Venerdì Santo, perché voleva incontrarlo proprio nel giorno della Sua Resurrezione. Mancò l’obiettivo di un solo giorno, spiazzando la stampa del tempo che già allora tentava la via dello scoop. E per giunta non potette fare a meno di riconciliarsi con coloro con cui non era in buoni rapporti, accorsi anzitempo al suo capezzale. Haydn non era un uomo venale, ma l’idea di ricevere una torta al cioccolato come compenso per la composizione di una delle sue migliori opere non la prese affatto bene. E se non fosse stato ghiotto non avrebbe mai scoperto che il dolce conteneva sonanti monete d’oro. Che dire poi delle goffe disavventure di Schubert e della sua inattesa maniera di riparare la propria pipa? Di quando Ciajkovskij si nascose sotto il divano o inscenò su un treno una danza polacca? Ragazzi, se volete soddisfare le vostre curiosità non rivolgetevi ai vostri genitori, ma godetevi questo libro e raccontategliele voi…
Steven Isserlis, celeberrimo violoncellista inglese, ha inventato un nuovo metodo divulgativo, in grado di favorire un approccio appassionante e divertente alla vita dei grandi compositori musicali. Ha preso la biografia dotta, erudita, paludata e l’ha mutata in una biografia per il pubblico dei lettori più giovani. Uno stile semplice, vivace, ricco di aneddoti bizzarri e di riferimenti a fatti curiosi, che stimola il desiderio di conoscere. Sull’onda dei favorevoli riscontri ottenuti con Perché Beethoven lanciò lo stufato, in questo nuovo libro Steven Isserlis ci presenta i profili di altri sei grandi musicisti del passato: Georg Friedrich Händel, Franz Joseph Haydn, Franz Peter Schubert, Pyotr Ilyich Ciajkovskij, Atonin Dvořák, Gabriel Fauré. Anche in questo testo i tratti caratterizzanti della narrazione sono costituiti dalla tecnica del foro aperto sul dettaglio e dalla cordialità ammiccante del racconto, per fornire ai ragazzi uno strumento per avvicinarsi senza fatica e soprattutto senza noia alla musica classica.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER