Preistoria ‒ Altri sguardi, nuovi racconti

Preistoria ‒ Altri sguardi, nuovi racconti

Margaret adora il suo lavoro, perché le permette di stare a contatto con la natura: è un’archeologa e si occupa di Preistoria, ovvero quella parte della storia dell’umanità che precede l’invenzione della scrittura. È un periodo molto ampio, anzi il più lungo della storia degli esseri umani e l’archeologia ne studia le tracce: il lavoro di Margaret consiste proprio nello scovare ed analizzare i reperti che permettono di ricostruirlo. Un giorno, ai tempi dell’università, Margaret, sfogliando un manuale sulla Preistoria, si accorge che contiene tante immagini, ma tutte rappresentano uomini intenti alle loro attività, nessuna ritrae le donne. Su questo, a lezione, chiede spiegazioni, ma il professore la liquida in malo modo. Da quel momento decide di dedicare il suo lavoro di ricerca storica a donne, bambine e bambini, di cui mai nessuno ha raccontato la vita. Le tracce sono poche, ma se si cerca con attenzione si riesce a individuare gli elementi che permettono di immaginare la vita di tutti gli esseri umani che hanno popolato la preistoria. Nel tempo, Margaret scopre di non essere sola, nel suo minuzioso lavoro di ricerca: dalla recente scoperta di tracce fossili di piccoli piedi, nel sito di Melka Kunture, in Etiopia, alle statuette di ceramica dell’Arizona, negli Stati Uniti, che probabilmente erano giocattoli realizzati da bambine e bambini, all’analisi delle pitture rupestri dell’Europa occidentali, realizzate anche da donne, o dei corredi funebri delle tombe. Ne escono storie di donne cacciatrici e pescatrici o raccoglitrici di miele, piante e bacche, nell’età paleolitica, alle prime coltivatrici e allevatrici della neolitica, fino alla rappresentazione di donne impegnate in rituali religiosi, nella ginnastica e nell’agricoltura dipinte nel palazzo di Cnosso dalla civiltà minoica, nell’età dei metalli, ai corredi funerari ricchi di strumenti per la filatura delle necropoli di Verucchio, risalenti all’età del ferro...

Il racconto in prima persona di Margaret Ehrenberg, studiosa contemporanea, esplora le abitudini di vita delle donne, delle bambine e dei bambini nella preistoria, cercando di rispondere alle tante domande inesplorate nei manuali di storia. Attraverso la sua ricerca, il lettore scopre altre figure di studiose e scienziate che come Margaret hanno contribuito ad accrescere le conoscenze sulla storia del genere umano e del pianeta: Mary Anning e Mary Leakey, rimaste per lo più sconosciute o poco riconosciute fino ad epoca recente. Elisabetta Serafini è coordinatrice nazionale per la didattica della Società italiana delle storiche, che cura questa collana “Storie nella Storia” della Settenove, casa editrice dedicata alla prevenzione della discriminazione e della violenza di genere – il nome fa infatti riferimento all’anno 1979, durante il quale l’ONU ha adottato la Convenzione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne, che per la prima volta individua nello stereotipo di genere il seme della violenza. “Storie nella Storia” vuole proporre “alle bambine e ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi un racconto nuovo della storia, capace di intrecciare le vicende di donne e uomini, di valorizzare le relazioni e le differenze, e di contribuire alla costruzione di un mondo comune migliore”, recita la seconda di copertina. Preistoria. Altri sguardi, nuovi racconti è il primo numero della collana che prevede sei albi, dalla preistoria alla contemporaneità, rivolti alle studentesse e agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grato. Per contenuti, questo volume può essere utile alle classi terza e quarta della scuola primaria: all’interno, la possibilità di accedere a schede di approfondimento didattico cui, attraverso QR code e link, insegnanti, educatrici ed educatori possono prendere spunto per lavori da svolgere in classe.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER