Sam vola tra le stelle

Sam vola tra le stelle
Viaggiare, col treno, in mezzo ai monti può essere straordinario ma anche del tutto normale, per una bambina che a soli otto anni va sola da casa a scuola tutti i giorni. Sul suo zaino c'è il suo nome, “Sam”, ama i libri di fantascienza, guardare le nuvole, sognare di lanciarsi nello spazio e là volare: galleggiare in una danza lenta come quella che ha mostrato il maestro parlando dei pianeti del Sistema Solare. La neve della valle sembra un invito a continuare a sognare d'essere, un giorno, un'astronauta che davvero possa andare oltre le nuvole.

L'impresa di Samantha Cristoforetti, per la sua grandezza, non può che diventare materia di celebrazione e alimentare un mito. La consapevolezza che sia stato possibile raggiunger un obiettivo mai raggiunto prima viene portata ad esempio e incoraggiamento per sogni altrettanto ambiziosi. Questo albo propone un modello di intraprendenza e di decisione; unisce alla fantasia letteraria e cinematografica di alieni verdi e mondi sconosciuti quella di poter vedere la propria casa e il proprio Paese dall'alto del cielo; con disegni dai contorni morbidi e dai colori carichi riprende le incredibili immagini che durante la missione di Samantha sono partite dalla stazione Esa avvicinandole a un pubblico di piccolissimi. E se forse c'è sempre tempo per decidere cosa fare da grandi, di certo non è mai troppo presto per sognare di volare, in tutti i sensi, molto in alto.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER