Sbagliando s'impara

Sbagliando s'impara
“Ogni giorno che passa mi metto a guardare: le cose non vanno come dovrebbero andare.” E infatti può succedere che due rotelle tolte a una bicicletta non facciano sempre una corsa ma quattro cerotti, che le prese di corrente sul muro invece di restare prese possano diventare un colorato trenino; capita anche che una zebra spunti fuori da un cavallo e da un secchio di vernice, e che un papà che sale su un barcone non regali speranza ma tristezza, che cinque uccellini e un fucile non siano un successo ma lacrime di un bimbo… “Se gioco a pensare al contrario scopro che sono sul giusto binario, quello che porta con divertimento a vedere il mondo con sentimento.”

La matematica non è un’opinione? E chi lo ha detto? Potrebbe essere di sì invece… Giocando con i numeri e le quattro operazioni aritmetiche la prospettiva delle cose si trasforma con ironia e spuntano fuori in una matematica interpretata soluzioni inaspettate quanto (in effetti) del tutto verosimili. Un ribaltamento delle cose che solo lo spirito "anarchico" e uno sguardo anticonvenzionale come quello dei bambini può arrivare a leggere, e a imparare che la "matematica della vita" non porta sempre come risultati certezze. Con le parole dell’autrice (Loredana Cangini, che si firma Loricangi) “la magia della vita risiede proprio nel fatto che non sia iscrivibile in alcun schema prestabilito e, solo attraverso la creatività, possiamo intuire la complessità e apprezzare la bellezza della nostra esistenza”. Le illustrazioni del libro, come anche la scelta della carta, regalano un sapore piacevolmente retrò, con matite e tempere dalle tonalità morbide e pagine che riportano ai vecchi e cari quaderni di una volta in cui sono proposti per contrapposizione temi di attualità. Su un filo che corre tra ironia e complessità sono affrontati: condanna della caccia, scelte alimentari, bisticci, fratelli e primavere, muri disegnati in libertà, fantasia e colori, barconi e addii… Nelle pagine finali si gioca poi con il piccolo lettore invitandolo a offrire soluzioni individuali con la propria immaginazione. Un arcobaleno variopinto di spunti questo bell’albo, per riflettere su amore e rispetto, tanto reciproco come verso il mondo animale, attraversando quelle giornate e sensazioni indimenticabili dell’infanzia che, uguali per tutti, conserviamo in noi sempre. Un mondo migliore è possibile ci ricorda questo libro, un mondo raggiungibile solo attraverso fantasia e (tanti, mai troppi…) libri.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER